Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Rugby, A1: San Donà passa a Recco ma per gli squali è festa lo stesso

Recco. Il Med Italia Recco non riesce a chiudere il campionato con una vittoria ed interrompe così a quattro la striscia di vittorie consecutive che, nell’ultima parte del torneo, ha assicurato ai biancocelesti prima la salvezza e poi un tranquillo e solidissimo settimo posto. Un piazzamento che, alla prima stagione in serie A1, vale tantissimo.

Il San Donà visto all’Androne in quest’ultimo turno di campionato è sicuramente una delle squadre che ha più impressionato tra quelle presentatesi a Recco durante la stagione. Arrivati motivatissimi a conquistare i cinque punti per poter sperare in extremis in un clamoroso accesso ai playoff (poi non riuscito a causa dei concomitanti risultati delle altre squadre in lizza), i veneti, davvero rocciosi fisicamente, velocissimi e ben messi in campo, hanno messo in difficoltà la difesa degli squali fin dall’inizio dell’incontro.

I padroni di casa, complice anche qualche placcaggio sbagliato di troppo, si sono trovati praticamente da subito a dover inseguire gli ospiti che, a parte un breve 3 – 3 iniziale, sono stati sempre in vantaggio. Il gran caldo di un pomeriggio dal clima pienamente estivo non è stato certo ideale per i giocatori in campo e nel secondo tempo ritmo e qualità del gioco sono vistosamente calati da ambo le parti.

La meta finale di Becerra ha reso il passivo meno pesante per i recchelini e ha fissato un risultato finale che rispecchia meglio quanto visto in campo. L’altra meta del Recco porta la firma del giovane talento Del Ry, che ha messo a segno una bellissima segnatura, volando in mezzo ai pali dopo un’iniziativa personale in velocità che gli avversari non sono riusciti a fermare. Da segnalare anche la prestazione di Ansaldi dalla piazzola, che ha messo a segno un quattro su quattro.

Archiviata anche questa stagione 2010/11, ottava consecutiva in serie A per la Pro Recco Rugby e prima nella cosiddetta A1, con un bel settimo posto con 13 punti di vantaggio sulla zona retrocessione, si inizierà ora a lavorare per pianificare al meglio la prossima annata, con l’obiettivo di consolidare quanto di buono si è già riusciti a fare e con l’impegno di riuscire a fare ancora meglio.

La base di tutto sarà sicuramente, come sempre, l’attenzione sui giovani del vivaio e sulle promesse del rugby ligure, per avere una prima squadra sempre più frutto del lavoro della società e legata al territorio. Già quest’anno, come mai prima, sono stati fatti esordire e convocati costantemente in serie A tanti “squaletti” di talento, alcuni dei quali hanno saputo conquistarsi un posto da titolare ad un livello che, a sì e no vent’anni, non è certo da tutti.

Segnaliamo che le squadre del girone 2010/11 che si sono meritate l’accesso ai playoff promozione per l’Eccellenza sono state Calvisano, San Gregorio e Firenze, mentre sono retrocesse in A2 e giocheranno i playout Amatori Milano e Badia. Sono invece state promosse dalla A2 alla A1 Reggio Emilia e Modena.

Il tabellino:
Med Italia Pro Recco – M-Three Orved San Donà 13 – 32 (p.t. 13 – 22)
Med Italia Pro Recco: Ansaldi, Del Ry, Becerra, A. D’Agostini (s.t. 28° M. D’Agostini), Cinquemani, Sandri, Castillo, Salsi, Orlandi, Lopez, Bonfrate (s.t. 34° Vallarino), Metaliaj (s.t. 34° Kozul), Borboni (s.t. 16° Di Vito, s.t. 34° Borboni), Noto, Casareto (s.t. 9° Sciacchitano). A disposizione: Nese, Esposito, Ferro. All. Ferrari.
M-Three Orved San Donà: Secco, Bressan, A. Cendron (s.t. 34° Buratto), Iovu, Marconato, Brussolo, Mucelli (s.t. 31° Zanet), Saifoloi, Zampiron (s.t. 16° Bacchin), Di Maggio, Bernini, Mazzon (p.t. 34° Casagrande), Pesce (s.t. 31° Zamparo), Zecchin (s.t. 34° Vian), Filippetto (s.t. 31° C. Cendron). A disposizione: Cincotto. All. Dal Sie.
Arbitro: Castagnoli (Livorno).
Marcature: p.t. 3° cp Mucelli (0 – 3), 7° cp Ansaldi (3 – 3), 10° m Secco, tr Mucelli (3 – 10), 14° cp Ansaldi (6 – 10), 18° m Filippetto, tr Mucelli (6 – 17), 32° m Del Ry, tr Ansaldi (13 – 17), 35° m Bernini (13 – 22), s.t. 30° m Cendron (13 – 27), 37° m Saifoloi (13 – 32), 49° m Becerra, tr Ansaldi (20 – 32).

I risultati della 22° giornata:
Zhermack Badia – San Gregorio Catania 37 – 26 (5 – 1)
Rugby Banco di Brescia – Amatori Milano 27 – 33 (2 – 5)
St Udine – Livorno Rugby 18 – 20 (1 – 4)
Fiamme Oro Roma – Franklin&Marshall Cus Verona 40 – 34 (5 – 2)
Consiel Firenze – Cammi Calvisano 25 – 15 (5 – 0)
Med Italia Pro Recco – M-Three Orved San Donà 13 – 32 (0 – 5)

La classifica finale del girone 1:
1° Cammi Calvisano 92
2° San Gregorio Catania 82
3° Consiel Firenze 76
4° Fiamme Oro Roma 75
5° M-Three Orved San Donà 72
6° Franklin&Marshall Cus Verona 64
7° Med Italia Pro Recco 42
8° St Udine 31
9° Rugby Banco di Brescia 30
10° Livorno Rugby 29
10° Zhermack Badia 29
12° Amatori Milano 18