Ribaltamento a mare, Merlo: “Fincantieri può continuare a operare durante i lavori” - Genova 24
Economia

Ribaltamento a mare, Merlo: “Fincantieri può continuare a operare durante i lavori”

Luigi merlo

Genova. “Situazione gravissima per Sestri Ponente”. Anche il presidente dell’Autorità Portuale, Luigi Merlo, lancia il grido d’allarme sul cantiere di Sestri Ponente, che, se confermate le prime anticipazioni del Piano industriale Fincantieri, dovrebbe affrontare una chiusura triennale per il successivo ribaltamento a mare.

“Per quel che riguarda l’Autorità portuale – ribadisce Merlo – non esiste incompatibilità tra la realizzazione dell’opera e l’operatività del cantiere, così come dimostrato per Bettolo, ponte dei Mille e altri lavori in porto”. Secondo Merlo si può operare “per lotti separati, garantendo una parte di funzionalità delle banchine e degli attracchi. Se questa fosse l’esigenza di Fincantieri di continuare a operare, non avremmo problemi ad andare incontro all’azienda”. I lavori per il ribaltamento a mare cioè “non devono essere un alibi, ma anzi dobbiamo mantenere l’operatività portuale e allo stesso tempo realizzare nuove infrastrutture”.

La preoccupazione per il ribaltamento a mare, condizione necessaria per il futuro del cantiere di Sestri Ponente, è alta. “Attendiamo la convocazione per la firma dell’Accordo di programma, a cui si lega anche la possibilità di utilizzare l’area per i materiali di risulta degli scavi del terzo valico, sperando che questa discussione avviata non si protragga troppo a lungo per non perdere il finanziamento ottenuto” conclude Merlo.