Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Quinto al mare, vertice sul depuratore:”I colpevoli saranno puniti”

Genova. Un vertice per risolvere la questione del depuratore di Quinto, era stato presentato così l’incontro di oggi a Palazzo Tursi tra l’assessore comunale al Ciclo delle Acque Carlo Senesi e Gianluigi Devoto direttore Iren – Mediterranea delle Acque. Il depuratore, di ultima generazione, rinnovato nelle strutture e nelle tecnologie, sta creando problemi già da qualche tempo.

Certo diventa inaccettabile pensare a quella bellezza, in qualsiasi modo la si affronti, in moto, in macchina, a piedi, a quelle curve che si aprono e si chiudono al mare, per poi accorgersi di quell’odore insostenibile e non aver alcuna certezza sulla qualità dell’acqua del mare. Del nostro mare.

L’assessore Senesi ha ancora confermato con quale energie il comune farà di tutto per riparare a questa situazione che non riguarda solo e unicamente un fastidio nella vita quotidiana, bensì un fattore che può incidere sulla salute pubblica.
“Gli abitanti devono poter tenere le finestre di casa aperte quando vogliono – ha chiesto Senesi – la qualità dell’acqua in uscita dal depuratore di Quinto è dimostrata dall’Arpal, ora bisogna risolvere in breve tempo il problema dell’aria, non ci sono pericoli per i cittadini”.

Gianluigi Devoto, si è spinto oltre, affermando come il punto non sia solo risolvere il problema, ma comprenderne le cause e, accertare responsabilità e punire i colpevoli. “Stiamo migliorando l’aria all’interno del depuratore – ha detto Devoto – e bonificando la vasca fanghi dell’impianto. Le analisi effettuate dall’Università di Genova ci dicono che non ci sono rischi per i cittadini, il nuovo depuratore di Quinto deve solo trovare l’equilibrio giusto”.

“La puzza è dappertutto a Quinto – ha denunciato un abitante – c’é già una denuncia alla Procura della Repubblica firmata da 100 cittadini, il depuratore così com’é non va bene”