Provincia, inserimento lavorativo categorie svantaggiate: Genova modello europeo - Genova 24
Altre news

Provincia, inserimento lavorativo categorie svantaggiate: Genova modello europeo

provincia genova

Genova. “Raffrontando le politiche della Provincia di Genova in tema di inclusione sociale delle categorie svantaggiate, in particolare per ciò che riguarda l’inserimento lavorativo, e le politiche attuate in questo campo da altre realtà dei sei paesi europei che fanno parte del progetto Progress Coach Inclusion, abbiamo verificato l’eccellenza della nostra impostazione, il che ci da una grande soddisfazione”.

La validità del modello genovese in Europa è stata evidenziata con queste parole da Michele Scarrone, direttore delle politiche formative e del lavoro della Provincia, questa mattina in occasione del seminario internazionale “L’accompagnamento al lavoro nell’Europa 2020. Strumenti di politica attiva per l’inclusione sociale”, che si è svolto nel salone del consiglio di palazzo Doria Spinola su iniziativa del progetto Progress Coach Inclusion, di cui la Provincia è partner e che ha l’obiettivo di riflettere e diffondere buone prassi nelle politiche di inclusione nei sei paesi europei aderenti (Italia, Spagna, Francia, Belgio, Romania, Slovacchia), in particolare sul tema dell’accompagnamento attivo verso il lavoro.

Nel programma Progress Coach Inclusion (P.c.i.) l’Italia è rappresentata proprio della Provincia di Genova, che ha un legame organico con la Scuola Centrale di Formazione, organismo nazionale partner del P.c.i., attraverso il Villaggio del Ragazzo di San Salvatore di Cogorno, una grande realtà del nostro territorio che si prende cura quotidianamente di circa 1.000 persone fra attività di riabilitazione sociale e attività di formazione professionale, e di cui la Provincia ha deciso di utilizzare la forte competenza affidandole appunto i progetti di inclusione dei suoi centri per l’impiego.

L’inclusione sociale di cui la Provincia si occupa riguarda categorie anche molto diverse fra loro, dai disabili agli ex carcerati fino alle persone che si trovano in uno stato di emarginazione dal mondo produttivo dopo la perdita del lavoro, ed è una politica che in provincia di Genova viene attuata attraverso gli strumenti dei Centri per l’impiego, nei quali opera personale specializzato proveniente appunto dal Villaggio del Ragazzo, grazie all’accordo con la Provincia.