Progetto Giovani Fondazione Carige, due giorni di incontri: tra gli ospiti il sindaco Vincenzi e il cardinale Bagnasco - Genova 24
Altre news

Progetto Giovani Fondazione Carige, due giorni di incontri: tra gli ospiti il sindaco Vincenzi e il cardinale Bagnasco

vinai

Genova. Domani e sabato la chiesa della S.S. Annunziata del Vastato a Genova ospiterà due eventi dedicati alla riflessione sul tema del perdono e sul futuro della famiglia. Gli incontri sono organizzati dalla Consulta Diocesana per le attività a favore dei minori e delle famiglie, dal Forum della Associazioni Familiari e dalla Consulta Diocesana Aggregazioni Laicali nell’ambito del Progetto Giovani di Fondazione Carige. Partecipano inoltre Regione Liguria, Provincia e Comune di Genova, EdiSi e l’Istituto “E. Montale – Nuovo I.P.C.

Domani, a partire dalle ore 9, è previsto il seminario nazionale “Il Perdono – Dalla vertigine della violenza alla vertigine del perdono”. Ogni anno infatti la Consulta presenta alla città riflessioni, approfondimenti, testimonianze sulla tutela dei minori attraverso i seminari cittadini che, negli anni, si sono trasformati in eventi dal respiro nazionale. Per il Progetto Giovani di Fondazione Carige, che rappresenta sul territorio regionale l’iniziativa più significativa per il mondo delle scuole e delle famiglie, è stato naturale sostenere e affiancare la Consulta nell’organizzazione di questi appuntamenti.
Come spiega Pierluigi Vinai, vice presidente di Fondazione Carige, “quello del perdono è un concetto rivoluzionario che va assolutamente recuperato, soprattutto nella società di oggi che vive in un perenne stato conflittualità e di violenza fisica e verbale, dove si odia per un parcheggio, un parola. Se il nostro obiettivo è quello di educare i ragazzi a diventare cittadini di domani dobbiamo mettere il perdono al centro della nostra azione. Se la società e i suoi cittadini perdono la capacità di perdonare viene a mancare il collante che li tiene uniti. Ed è soprattutto nell’ambito della famiglia che occorre riflettere sul senso del perdono e sull’immenso valore che questo concetto racchiude”.

Nel corso della mattinata si alterneranno testimonianze dirette, interventi di tipo specialistico da parte di psicologi e terapeuti e brevi intermezzi musicali a cura di AnnaMaria Sotgiu e Paolo Maffi. Sarà proprio Don Rigoldi ad aprire il seminario. Seguirà la toccante testimonianza di Suor Gloriose Nshimirimana.

Tra gli altri relatori il sindaco di Genova Marta Vincenzi, Don Marco Grega, presidente della Consulta Diocesana per le attività a favore dei minori e delle famiglie, Barbara Salvalai, psicologa e terapeuta, Massimo Giuggioli della Casa famiglia di Arese, Grazia Maria Costa presidente di Edisi, associazione patrocinata da alcune Province Francescane per lo studio e la ricerca, Don Ezio Risatti, preside dell’Istituto di Psicologia Rebaudengo e Gianni Cambiaso, terapeuta e professore presso la Facoltà di Psicologia dell’Università Cattolica di Milano Università Cattolica Milano.

Sabato il tema sarà: “La famiglia protagonista del futuro”. Appuntamento dedicato alla funzione sociale della famiglia e ad una riflessione sulle il ruolo delle politiche familiari nel sostenere e rilanciare la famiglia come protagonista del futuro, presso la Chiesa S.S. Annunziata del Vastato (piazza Annunziata, Genova). L’appuntamento è organizzato in due sessioni distinte. Nel corso della prima sessione dalle ore 9:30, verranno spiegate le ragioni sociali, economiche e culturali per le quali è importante oggi investire sulla famiglia, partendo da alcuni allarmanti dati sul trend demografico regionale e nazionale. La sessione pomeridiana dalle ore 15:30, invece sarà dedicata ad un dibattito con le istituzioni sulle possibili misure da adottare per sostenere concretamente le famiglie della nostra regione.

Alle ore 9.00 si aprirà con l’incontro “Famiglia, protagonista del futuro. Funzione sociale e insostituibilità dei legami familiari”, che vedrà la partecipazione di S.E. Card. Angelo Bagnasco, Arcivescovo di Genova. Le testimonianze di famiglie genovesi sui temi dell’affido di minori, della integrazione di famiglie straniere e della cura degli anziani, saranno seguite dagli interventi di Pierluigi Vinai, vice presidente Fondazione Carige, del sindaco di Genova Marta Vincenzi, Fabio Macioce professore presso l’Università Lumsa di Palermo e Wilma Binda professore dell’Università Cattolica di Milano. Modera Paolo Petralia, presidente del Forum delle Associazioni Familiari di Genova.

La seconda parte della giornata sarà invece dedicata al ruolo delle politiche familiari nel sostenere la famiglia. All’incontro dal titolo “Famiglia e sussidiarietà. Quali politiche familiari?” partecipano Pierluigi Vinai, Vice Presidente Fondazione Carige, Sergio Rossetti, Assessore Regione Liguria, Alessandro Repetto, Presidente Provincia di Genova, Roberta Papi, Assessore Comune di Genova, Gianluigi De Palo, Assessore Comune di Roma e Anna Maria Panfili, Presidente Forum Ligure Ass. Familiari.

“Lo scopo di questa giornata di lavori – afferma Pierluigi Vinai – è quello di dialogare per trovare insieme delle misure concrete per aiutare le famiglie liguri, a partire da quelle numerose. E’ un obiettivo fondamentale di Fondazione Carige quello di sostenere i ragazzi nella loro crescita “civile” e culturale, ma questo non è possibile se prima non diamo alle famiglie degli strumenti in grado di sostenerle anche e soprattutto economicamente. E’ l’unico modo per invertire un trend negativo che vede l’Italia e la Liguria agli ultimi posti a livello europeo per natalità e dare vita ad un percorso virtuoso che riporti le famiglie e i ragazzi al centro delle politiche sociali. Perché senza famiglia non c’è futuro per la nostra società”.