Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Pallanuoto femminile, finale scudetto: Rapallo cede gara 1 dopo i supplementari

Rapallo. Il Rapallo ha ceduto gara 1 della serie di finale, ma ha sfiorato il colpaccio spaventando la Formoline Catania. Le campionesse d’Italia si sono imposte per 10 – 8 ai supplementari, dopo che i tempi regolamentari erano terminati sull’8 – 8.

Partita vibrante ed equilibrata fin dall’inizio, con le due formazioni che si avvicendano al comando per quattro volte. Prima mette la testa avanti il Rapallo, avanti anche 1 – 3 dopo la rete di Queirolo in superiorità, poi il Catania, che tocca il 6 – 4 con Garibotti in controfuga. E per le ospiti c’è il rammarico di un rigore parato a Queirolo sul 4 – 3.

Con grande determinazione sono nuovamente le gialloblu a passare a condurre, grazie ad un parziale che le porta sul 6 – 7 siglato da Bianconi. Le etnee reagiscono e con un rigore trasformato da Di Mario trovano l’8 – 7. Catania perde Gil per raggiunto limite di falli e a 18″ dalla sirena la rete di Abbate rinvia il verdetto ai supplementari.

Le segnature decisive giungono entrambe nel primo extratime: alla superiorità numerica sfruttata da Di Mario segue la realizzazione di Begin. Si risolve così un notevole equilibrio sotto ogni aspetto, come testimoniano i numeri con la giocatrice in più: 4 su 6 per la Formoline, 3 su 6 per le ruentine.

Giovedì alle 18,30 alla Giuva Baldini di Camogli si disputerà gara 2. Per la Formoline Catania si tratta del primo match ball per lo scudetto ma il Rapallo visto oggi può sfruttare l’occasione di prolungare la serie a gara 3, che si giocherebbe domenica 15 maggio ancora alla Nesima di Catania.
 
Formoline Catania – Rapallo Nuoto 10 – 8
(2 – 3, 2 – 1, 2 – 2, 2 – 2, 2 – 0, 0 – 0)
Formoline Catania: Ricciardi, Miceli 1, Garibotti 3, Radicchi 1, Di Mario 2, Aiello, Palmieri, Motta 1, Gil 1, Musumeci, Brancati, Lombardo, Begin 1. All. Formiconi.
Rapallo Nuoto: Gigli, Abbate 1, Frassinetti 2, Cotti, Queirolo 3, Cordaro, D’Amico, Criscuolo, De Benigno, Gyore, Bianconi 2, Maggi, Stasi. All. Sinatra.
Arbitri: Alessandro Severo (Roma) e Maurizio De Chiara (Napoli).