Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Nuovi centri commerciali a Sestri P., Lauro (Pdl): “Politica demenziale e cattiva, Vincenzi dia delle risposte”

Sestri Ponente. “Un nuovo Centro COOP e un Centro Commerciale Cinese che andranno si insedieranno nelle aree Sestri/Multedo. E  tutto ciò i commercianti non lo scoprono dal Comune, bensì durante una riunione con i vertici COOP, mentre noi, Consiglieri Comunali, lo scopriamo dai Giornali”, così denuncia il consigliere comunale del Pdl,  Lilli Lauro attraverso una nota stampa nella quale accusa l’assessore comunale ai lavori publici Mario Margini e la sindaco Marta Vincenzi di portare avanti una politica demenziale e “cattiva”, che non tiene conto dei commercianti di zona, già duramente colpiti dall’alluvione dello scorso ottobre.

“Genova è una città che ha perso in vent’anni 200.000 abitanti perché ha perso decine di migliaia di posti di lavoro – continua la Lauro – Cosa hanno fatto le Amministrazioni di sinistra per invertire questa tendenza? Sulla aree liberate dalla chiusura delle aziende IRI, vedi Ansaldo Meccanico di Sampierdarena, hanno costruito su aree pregiate con affaccio al mare la Fiumara: grattacieli, 11 sale cinematografiche, attrezzature ludico ricreative e il “solito” bel centro commerciale”.

Ma la nota stampa prosegue denunciando altri casi. “Sulle aree delle ex-Fonderie di Multedo, da oltre vent’anni vergognosamente abbandonate, gli Amministratori della città hanno pensato di destinarle ad attività produttive? No! Un bel Centro Commerciale ovviamente targato Coop di 11.000 metri quadrati e, ciliegina sulla torta, un Centro Commerciale Cinese – continua il consigliere”.

“Spostamento Esaote agli Erzelli con liberazione dell’attuale insediamento produttivo? – si chiede sarcasticamente la Lauro – Il Sindaco concorda che l’immobile venga destinato ad un nuovo supermercato, ovviamente COOP. Evitando ogni triste e demagogico commento – conclude il comunicato –  auspico che le categorie direttamente danneggiate (Ascom – Confesercenti – Confcommercio) da questa demenziale e “cattiva” politica facciano sentire la loro voce chiedendo un giudizio sull’operato del Sindaco nella cabina elettorale alle prossime elezioni amministrative 2012. Su quest’argomento presenterò un’interrogazione urgente nel prossimo Consiglio Comunale nella speranza che Sindaco e Assessore vogliano dare una risposta alla città”.