Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Morte di Aldo Valentini, gli amici su Facebook: “La musica era la tua vita, la musica ti ha portato via”

Rapallo. Vent’anni compiuti da poco e la voglia di divertirsi, proprio come tutti i ragazzi di quell’età. E un sogno: poter andare all’Insomnia almeno una volta, prima della sua chiusura, per dire “Io ci sono stato”.

Aldo Valentini ci è riuscito, poco prima dell’una di domenica mattina ha lasciato impresso sulla sua bacheca di Facebook tutta la sua felicità, nell’ultima serata di apertura della discoteca Insomnia di Ponsacco lui sarebbe stato lì. Ma il destino gioca brutti scherzi, nessuno poteva sapere che quello sarebbe stato il suo ultimo post, che non avrebbe potuto caricare nessuna foto della serata o commentare con gli amici la musica, le cubiste e i dj. Nessuno poteva sapere che di lì a poche ora la vita di Aldo si sarebbe spezzata per sempre.

I primi messaggi lasciati dagli amici sono delle 14 di ieri, Aldo sta lottando all’ospedale di Pontedera, in provincia di Pisa, dove è stato ricoverato alle sei del mattino per un malore. Le sue condizioni paiono gravi. Tantissimi i messaggi: “Dai Aldo, tieni duro, resta con noi!”, “Stiamo arrivando, siamo vicini siamo in autostrada stiamo venendo li solo per te, per starti vicino e per essere lì quando ti riprendi perché ce la devi fare crediamo tutti in te non puoi deluderci…” A scriverlo è Carol e sarà proprio lei due ore più tardi a dare la notizia: “Amore mio addio, ti voglio troppo bene”.

Dalle 18.30 di ieri sera il cordoglio degli amici è serrato: a centinaia scrivono sulla bacheca di Aldo. Chi lo ricorda come un amante del ballo: “No ti prego!No Aldo non ci voglio credere quante serate a ballare con te partivamo da soli andavamo a Firenze…ed ora non ti vedrò piu non ci posso credere Aldo sei nel mio cuore e ci rimarrai per sempre”, chi lascia solo un cuoricino e un semplice “ciao Aldo, addio”. Ma gli amici più cari pubblicano foto che lo ritraggono sorridente, con il cellulare in mano, mentre si aggiusta il piercing al naso: “Ora non ci sei più ma sei in un posto migliore noi tutti non ci crediamo sei stato un amico fantastico sarai sempre nei nostri cuori ti vogliamo bene Alduccio sei e resterai per noi un grande”.

E ancora Giorgio: “Ogni volta che chiudo gli occhi vedo immagini di noi insieme…ogni volta che giro l’angolo della strada ti vedo arrivare verso di me con quel tuo sorriso…ancora non ci riesco a credere,non potremo più fare tante cose che avevamo progettato da tanti anni….mi mancherai Aldo,ti penserò sarai per sempre nel mio cuore….Buona notte fratello mio”.

Mentre Elisabetta in poche parole ricostruisce la gioia di vivere di Aldo e le sue passioni: “Ancora non me ne capacito. Ricordo il tuo entusiasmo quando dovevi partecipare a qualche serata. La tua voglia di vivere,la tue conversazioni in navetta riguardo i dj e gli ultimi pezzi usciti. E ora? Ora non ci sei più e tutto questo è difficile da accettare. Ci mancherai Aldo. Non ti dico addio ma arrivederci perché un giorno ci riincontreremo”.

In tanti lo ricordano sorridente mentre si scatenava in pista: “Ogni volta che andavamo a ballare insieme ti guardavo..mi perdevo nei tuoi movimenti e ti vedevo sorridere. Quella era la tua vita, la musica era in te!! La stessa che ti ha portato via”.