Lavagna: “La rinascita del Parlamento–Dalla Liberazione alla Costituzione”, Neri Marcorè protagonista

Lavagna. E’ stato presentato oggi pomeriggio presso il salone Campodonico di Lavagna, gremito di pubblico, il documentario “La rinascita del Parlamento – Dalla Liberazione alla Costituzione” prodotto dalla Fondazione della Camera dei Deputati, interpretato, tra gli altri, dall’attore Neri Marcorè e curato dal regista Tonino Farina.

A promuovere l’iniziativa l’associazione “Stella polare” fondata dal parlamentare dell’Udc Gabriella Mondello che oggi ha assistito alla proiezione e presieduta da Gianfranco Sirufo.

“La scelta di Marcorè quale attore protagonista – spiega il regista Farina – non è stata casuale si tratta di un attore comico impegnato nel dire cose serie”. Il cortometraggio della durata di 48 minuti contiene immagini inedite che ritraggono Alcide De Gasperi primo presidente del consiglio dei Ministri.

“La scelta di proiettarlo – spiega la Mondello – rappresenta un’opportunità che permette di ripercorrere la storia del nostro Paese proponendo spunti di riflessione, ma soprattutto con l’intento di fare comprendere alle nuove generazioni i mutamenti avvenuti alla fine della seconda Guerra Mondiale”.

Il documentario che si avvale di immagini d’archivio dell’Istituto Luce propone le vicende dell’Italia uscita a pezzi dalla guerra e in modo particolare l’elezione dell’Assemblea Costituente del 2 giugno 1946 e l’approvazione della Costituzione.

“Tocca a noi ritrovare le ragioni del bene comune – dice Monteleone – in questi tempi di riforne costituzionali spesso controversi di conflittualità istituzionale acuta, di confronto politico che si fa scontro di poteri inclinando la demagogia alla piazza alla piazza”.

Alla proiezione sono intervenuti, tra gli altri, il presidente del consiglio regionale Rosario Monteleone, l’assessore regionale Giovanni Boitano, Giorgio Rebuffa, ordinario di filosofia e sociologia del diritto dell’università di Genova, Alessandro Massai, direttore generale della Camera dei deputati, Giuliano Vaccarezza sindaco di Lavagna, numerosi amministratori del Tigullio con in testa i neo sindaci Mino Gnecco (Orero) e Ubaldo Crino, tanti cittadini e il regista Farina.

“Realizzare il documentario è sicuramente una decisione importante e giusta – conclude la Mondello – che arriva in occasione del 150° anniversario dell’Unità d’Italia. Il filmato aiuta a comprendere, grazie al taglio divulgativo deciso dal regista, la rinascita del nostro Paese e merita di essere diffuso nelle scuole con l’apertura del prossimo anno scolastico”.