Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Infrastrutture, manifestazione a Genova: “In piazza per dire No alle grandi opere!”

Genova. “Tenacemente diciamo GRANDI OPERE INUTILI: NO GRAZIE! a chi maschera la propria avidità con la presunta cura di interessi comuni”.

E’ con questo slogan che oggi pomeriggio, a partire dalle 16, gli esponenti di diversi movimenti cittadini si ritroveranno in piazza Matteotti per una grande manifestazione per dire No alle grandi opere italiane.

“Tenacemente saremo in piazza – si legge nel comunicato – per informare la gente che in Liguria, come in Italia da Messina al Friuli vogliono realizzare ‘GRANDI OPERE’ che hanno in comune il consumo di territorio, di risorse, di corpi, di vite in cambio della falsa illusione di progresso e lavoro per alcuni e dell’assoluta certezza di fiumi di denaro per pochissimi. Tenacemente vogliamo difendere per noi, i nostri e i vostri figli il respiro e il sogno, la vita e la speranza”.

Quello dei comitati è un No complessivo contro opere infrastrutturali di cui sta parlando da anni: no a Tirreno Power, no alla Tav, no a Margonara, no alla Piattaforma Maersk, no all’acqua privata, no al nucleare, no alla Gronda, no al ponte e all’inceneritore.

“La politica delle grandi opere – si legge nel volantino diffuso via internet – mette in evidenza gli interessi dei grossi gruppi finanziari e delle mafie a discapito della popolazione. Sono opere non utili: rispondono a bisogni inesistenti o sono formule sbagliate per la soluzione dei problemi”.

Le grandi opere non generano occupazione, sono disastrose (provocano danni ingenti all’ambiente e alle aree interessate), e hanno costi smisurati.

“Non abbiamo fatto alcun patto con la vittoria, ma certamente ne abbiamo fatto uno con la tenacia. Oggi tutti in piazza Matteotti per dire No!”.