Genova, presentata oggi la seconda edizione del volume Shipping & Fisco - Genova 24
Altre news

Genova, presentata oggi la seconda edizione del volume Shipping & Fisco

copertina shipping & fisco

Genova. Fornire una guida pratica alla corretta applicazione della riformata e complessa normativa Iva, offrire una lettura del nuovo presupposto oggettivo e territoriale dell’imposta sul valore aggiunto e contribuire al contrasto del fenomeno delle frodi che affligge il regime intracomunitario dell’Iva.

Questi in sintesi gli obiettivi alla base della seconda edizione del manuale Shipping & Fisco elaborata da Agenzia delle Entrate, Spediporto – l’Associazione Spedizionieri Corrieri e Trasportatori di Genova – e Camera di Commercio e presentata oggi a Genova presso la sede della Direzione Regionale della Liguria dell’Agenzia delle Entrate.

Il commercio internazionale si avvale degli operatori logistici per rendere possibile il trasferimento di beni, materie prime e ogni genere di merce in tutte le parti del mondo. La Commissione Europea ha stimato, per il 2010, in 500 miliardi di Euro il GVA (Gross Value Added) dell’Unione Europea, di cui ben il 4,6% riconducibile ad attività di trasporto e logistica.

Solo negli Stati Uniti si stima che il valore delle merci movimentate nel 2010 sia pari a 12 mila miliardi di dollari. Da questi dati si evince il valore a livello mondiale del settore dei trasporti e della logistica al quale sono correlate centinaia di migliaia di operazioni, di servizi e di transazioni commerciali gestiti principalmente da operatori logistici e su cui grava l’applicazione dell’Iva.
Si inserisce in questo contesto l’esigenza di aggiornare e rieditare Shipping & Fisco, il manuale fiscale di riferimento per gli operatori dello shipping (spedizionieri, terminalisti, agenti marittimi e operatori logistici) e per i professionisti legali e fiscali che operano nell’ambito dei trasporti, della logistica e delle operazioni di import ed export.
Rispetto alla prima edizione del 2006, il nuovo volume, partendo da un inquadramento normativo generale del settore del trasporto, declina le nuove regole dell’IVA recentemente introdotte nell’ordinamento italiano a seguito delle Direttive Comunitarie in materia (Direttive Comunitarie numeri 8, 9 e 117 del 2008) e in particolare il presupposto oggettivo e territoriale associato a tale imposta.

Al fine di rendere più agevole la lettura e l’interpretazione normativa, all’interno del manuale sono state inserite tavole riassuntive all’interno delle quali è possibile tracciare per singola operazione di trasporto, movimentazione e magazzinaggio il relativo regime impositivo.

“La nostra partecipazione a questa guida – ha dichiarato Franco Latti, Direttore Regionale dell’Agenzia dell’Entrate – mostra l’importanza che ha per noi la realtà dello shipping. Si tratta di una guida complessa, con un taglio diretto e concreto, che riflette la molteplicità di situazioni in cui si trovano ad agire gli operatori del settore. Per lavorare c’è bisogno di chiarezza, e per questo il nostro fine è stato quello di fornire risposte alle domande degli operatori, senza addentrarci sullo scivoloso terreno dell’interpretazione”.

“Per Spediporto – ha sottolineato Roberta Oliaro, Presidente di Spediporto – “la realizzazione di questo manuale vuole essere un contributo concreto e qualificato a sostegno degli operatori logistici internazionali che quotidianamente sono chiamati dalla propria clientela ad offrire soluzioni sul trasporto e di consulenza anche nel campo dei tributi. In linea con gli obiettivi formativi della Associazione che rappresento, l’auspicio è quello di aver creato uno strumento che contribuisca ad un’ulteriore crescita delle competenze degli operatori delle case di spedizione e della propria professionalità”.

“Dalla prima edizione, nel 2006 – commenta il presidente della Camera di Commercio Paolo Odone – lo scenario operativo che sta di fronte agli spedizionieri non si è certo semplificato: gli spedizionieri, veri e propri architetti del trasporto, devono infatti confrontarsi con un quadro sempre più complesso di regole e limiti normativi, anche e soprattutto sul terreno fiscale. Ecco quindi un’iniziativa utile e concreta per gli operatori, il cui merito va alla presidente di Spediporto, che sta esercitando con successo e competenza anche il ruolo di vertice della Consulta camerale per il settore marittimo portuale-logistico”.
Il volume verrà diffuso anche in rete attraverso il sito Spediporto (www.spediporto-genova.com) e attraverso il sito dell’Agenzie dell’Entrate (liguria.agenziaentrate.it).

Più informazioni