Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Genova: la Erg in crisi, il prezzo della benzina sale e la Sampdoria?

Genova. Utilizzare proverbi popolari per un articolo di informazione non è il massimo della professionalità, ma tant’è: se non si può pretendere di avere la botte piena e la moglie ubriaca, è proprio vero che al peggio non c’è mai fine.

Sono stati resi noti i ricavi del primo semestre relativi alla Erg che risultano in calo di 1,43 miliardi di euro. Rispetto al trimestre precedente la perdita netta è raddoppiata da 16 a 32 milioni di euro. Non sono in calo solo i ricavi netti ma anche il cosiddetto margine operativo lordo che da 63 milioni passa a 40.

Considerato quello che da un punto di vista finanziario ed economico è davvero un arresto non di poco conto ci chiediamo come sia possibile che, anche per quello che riguarda la Erg, il prezzo della benzina è ancora elevato e non accenna a diminuire nonostante il calo del prezzo del petrolio.

I dati di www.prezzibenzina.it, cui abbiamo potuto accertare l’attendibilità, danno il costo medio nazionale della benzina al 1,563 euro al litro e quelli del diesel a 1,440. Il costo medio dei distributori della Erg non si discostano da queste cifre: 1,563 per la benzina e 1,4435 per il diesel. Tra i cinquanta distributori più economici nel comune di Genova sono solo due quelli della Erg: una al 43esimo posto, quello di via 5 Maggio, e uno al terzo posto, quello di via Cornigliano che ha la benzina a 1,528 al litro.

Insomma uno si aspetta la botte piena e la moglie ubriaca, invece si ritrova la botte vuota (Erg in calo) e la moglie sobrissima (i prezzi della benzina comunque alle stelle).

A queto punto però è lecito sperare che anche il secondo proverbio che abbiamo menzionato possa essere ribaltato: insomma la ERG del patron Garron è in crisi e la Sampdoria rischia di andare in Serie B: è proprio vero che non ci sia mai fine al peggio? Chissà se i tifosi sampdoriani interpretino il fatto che la Erg stia subendo dei contraccolpi economici come una sorta di vendetta trasversale oppure come un ulteriore segno nefasto? E se fossero stati proprio i tifosi blucerchiati a smettere di fare rinfornimento alla Erg?