Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Genova, Columbus Viaggi in vendita: che ne sarà dei dipendenti?

Più informazioni su

Genova. Maggio da sempre rappresenta l’avvio della bella stagione, ma quest’anno per 150 concittadini genovesi è qualche cosa di più, è l’ultima possibilità di veder risorgere una fenice di nome Columbus.

“Per gli addetti ai lavori non c’è bisogno di descrivere cosa è stato Columbus Viaggi; per i più basti sapere che è stato un tour operator capace di sviluppare circa 300.000.000 di euro di fatturato, producendo utili anche in periodo di crisi, grazie alla fiducia guadagnata sul campo, di trasformarsi da un’azienda di 10 persone ad una che ne ha impiegato poco meno di 200 senza divenire un “carrozzone”, trasferendo mano a mano ai nuovi arrivati la dedizione, la professionalità, la coscienza del far azienda con la soddisfazione del cliente – Rosanna Pellegrino e Paola Risso, Rsa Cgil, ex dipendenti – Non a caso I Viaggi del Ventaglio vide in essa, con l’acquisizione di Columbus appunto, la soluzione ai propri problemi, ma si sa: una vasca si può riempire ad oltranza, ma se non si tappano i buchi poco ne rimane.

Oggi quei buchi sono stati riconosciuti da un tribunale che ha dato un nome a chi li ha creati con un sospetto di bancarotta fraudolenta”.
Magra soddisfazione per quei dipendenti Columbus che fino all’ultimo e senza stipendio hanno fatto il proprio dovere fino al giorno della dichiarazione di fallimento.

“Da mesi ormai sono in cassa integrazione, in qualche modo tristemente stupiti di come un’azienda possa morire nonostante un bilancio positivo, ma quando la zavorra di nome Ventaglio è troppa non esiste un nuotatore capace di rimanere a galla – continuano – Queste sono le persone che hanno tenuto duro fino all’ultimo, cha hanno fatto (forse stupidamente) una atto di fede verso l’azienda e verso la loro clientela, queste sono le persone che con l’aiuto delle istituzioni e delle forze sindacali vorrebbero ricominciare, a Genova, a far viaggiare gli italiani”.

E ora un appello: “C’è tra i lettori un imprenditore che lo voglia insieme a loro? C’è tempo fino al 31 maggio, data in cui scade la presentazione per le richieste di acquisto del marchio presso il Tribunale di Genova”.