Fusione Elsag-Datamat, Della Bianca (Pdl): “Necessarie garanzie sul futuro dell’azienda” - Genova 24
Economia

Fusione Elsag-Datamat, Della Bianca (Pdl): “Necessarie garanzie sul futuro dell’azienda”

Raffaella Della Bianca

Genova. “Il silenzio della politica e del presidente Burlando su questa vicenda è significativo – dichiara Raffaella Della Bianca – è necessario che sull’operazione di fusione di Elsag/Datamat e sul futuro dell’azienda il Governatore della Liguria chieda garanzie precise a Finmeccanica”.

E’ questo il monito che lancia l’esponente del Pdl che si dice seriamente preoccupata “ da Finmeccanica ad oggi nessun chiarimento è arrivato rispetto alla mission ed al mantenimento dei livelli occupazionali dell’azienda relativamente al territorio ligure.  Assurdo l’immobilismo ed il silenzio della politica che in  questi mesi non ha reclamato a gran voce le doverose assicurazioni rispetto al mantenimento del ruolo territoriale della Liguria per quanto riguarda il nuovo soggetto industriale ”.

Secondo Della Bianca infatti i segnali sono tutti negativi “ anche il semplice fatto che l’incontro sia tenuto a Roma e non a Genova e che a doversi muovere siano stati i sindacati  e non i vertici dell’azienda la dice lunga sulle reali intenzioni rispetto al riconoscimento del ruolo strategico della Liguria in questa operazione”.

“Non possiamo permetterci di perdere anche questa importante realtà industriale – rimarca il consigliere regionale del centro destra-   in Liguria siamo alla soglia minima per quanto concerne il settore industriale che si attesta intorno all’11% dell’economia regionale. Purtroppo di questo passo, considerando che Terziario, Commercio e Turismo non possono supplire alla carenza dei posti di lavoro, la nostra Regione è destinata ad un  lento declino. Le Istituzioni hanno il dovere di salvaguardare le aziende nate e vissute sul nostro territorio,  per questo è fondamentale che su questa vicenda si tenga alta l’attenzione”.

Insomma Della Bianca vuole mettere in guardia le istituzioni locali  e conclude con un appello “ la partita a questo punto è tutta romana. E’ fondamentale che Burlando si muova con Finmeccanica: il futuro di questa azienda è strettamente legato allo sviluppo territorio ligure, non si può tergiversare perché non pretendere garanzie significa depauperare ancora di più la nostra Regione.

Aspettiamo che sia informato il Consiglio di come la Regione intenda muoversi”.