Fincantieri, Cgil e Camera del Lavoro: "Non ci rassegneremo a un piano scellerato" - Genova 24
Economia

Fincantieri, Cgil e Camera del Lavoro: “Non ci rassegneremo a un piano scellerato”

camera del lavoro tricolore

Genova. La Camera del Lavoro Metropolitana di Genova e la CGIL Liguria esprimono un netto e profondo dissenso rispetto ai contenuti del piano industriale presentato oggi da Fincantieri alle organizzazioni sindacali.

“Dopo mesi di indiscrezioni, anticipazioni, smentite, mezze frasi, la drammaticità della situazione è oggi emersa. Secondo quanto annunciato la nostra Provincia sarà fortemente penalizzata dalla chiusura di Sestri Ponente e da un drastico ridimensionamento di Riva Trigoso.

E’ un piano che non esitiamo a definire irresponsabile. Si vuole distruggere il patrimonio occupazionale e industriale di un intero territorio. Non si può non rimarcare il silenzio del Governo su questo argomento, che con tale atteggiamento favorisce in modo evidente i cantieri posti nel Nord Est del Paese, assoggettandosi chiaramente ad una logica geopolitica.

Chiediamo perciò un’immediata convocazione da parte dell’esecutivo. Si sappia da subito che la CGIL, a tutti i livelli, non si rassegnerà a scelte sciagurate che lascerebbero senza futuro centinaia di lavoratori e che cambierebbero il volto economico e produttivo del nostro territorio.

Le risposte in tal senso dovranno essere date da tutte le comunità, dalle istituzioni che chiamiamo da subito a scendere in campo con noi e i lavoratori in un’azione di protesta, ma anche di proposta per salvare questa realtà”.