Fincantieri, Burlando: “Quello presentato dall’azienda è un piano rassegnato di un paese rassegnato” - Genova 24
Economia

Fincantieri, Burlando: “Quello presentato dall’azienda è un piano rassegnato di un paese rassegnato”

vertice fincantieri

Regione. “Non sono alla ricerca della polemica politica voglio capire se riusciamo a salvare i due nostri cantieri”. Il presidente Claudio Burlando è il primo a prendere la parola nel vertice convocato oggi d’urgenza in Regione per discutere la questione Fincantieri, che ieri ha toccato momenti di forte tensione con la protesta degli operai sotto il palazzo della Prefettura.

La parola d’ordine è unità d’intenti per raggiungere l’unico scopo: scongiurare la chiusura. Per far ciò, ha sottolineato Burlando, “bisogna trovare i clienti per Sestri, mettendo di mezzo il Governo. Quanto ci può mettere il paese in termini di peso politico non lo decide il cantiere, ma la politica. E’ la politica – ha ribadito – deve dire se vuole perdere due cantieri così importanti”.

Burlando non nasconde la preoccupazione, ma, dice, “non sono rassegnato. Ne ho viste tante di battaglie, e vi dico che si può fare. Il 3 giugno, anche se non siamo stati invitati ma ci auguriamo che si coregga presto il tiro, dobbiamo andare a Roma con questa logica: si firma l’accordo sul ribaltamento, i cui lavori non devono interrompere la produttività, si chiede un programma sulla difesa, e poi, se è necessario, reggeremo la botta, perché la cassa integrazione non è certo a costo zero, in tre anni di fermo si perde anche in termini di professionalità, ma se si chiede un sacrificio è per avere un futuro, non certo per non averne. Bisogna resistere questi anni per poi competere di nuovo. Quello presentato dall’azienda è un piano rassegnato di un paese rassegnato”.

“Quello che è successo ieri più è dunque più che comprensibile, tutti sapevano dove erano i torti e le ragioni. Adesso però costruiamo una proposta con il territorio e il mondo del lavoro, i commercianti di Sestri sono preoccupatissimi. Dobbiamo salvare i cantieri – ha concluso Burlando – la nostra è una Regione piccola, è vero, ma abbiamo più di 150 anni di esperienza nella cantieristica, vediamo di farcela tutti insieme”.