Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Derby della Lanterna: la Samp cerca la salvezza, il Genoa vuole affossare i cugini

Genova. Il derby della Lanterna è sempre una sfida unica per le due squadre del capoluogo ligure, ma quello di domenica sarà ancora più sentito e soprattutto combattuto, visto che potrebbe inesorabilmente avvicinare la Sampdoria alla serie B. Si preannuncia quindi una partita difficile sotto tutti i punti di vista, anche perché il nervosismo sarà alle stelle.

Se il Genoa è matematicamente salvo, infatti, altrettanto non si può dire per la Samp, che è stata capace di passare dalla zona Champions alla retrocessione: vuoi perché la società ha venduto i giocatori migliori (Cassano e Pazzini), vuoi perché l’allenatore Di Carlo non riusciva a trasmettere grinta a giocatori che sembravano reduci di guerra, vuoi perché la cifra tecnica della Samp è quella che è, ma sta di fatto che la squadra è scivolata partita dopo partita verso l’inferno.

L’ultima partita contro il Brescia, in cui i tifosi hanno potuto apprezzare una piccola trasformazione (i blucerchiati si sono divorati il cuore per 94 minuti e sono riusciti a rimontare e pareggiare), è stata brutta, ma impagabile dal punto di vista dell’ adrenalina. Paradossalmente questo pareggio è stata una bella notizia anche per i genoani, che vogliono personalmente affossare i cugini.

Per i rossoblù, tra l’altro, far retrocedere in B la nemica di sempre sarebbe una grande soddisfazione e una rivincita, soprattutto se si ripensa al 2004, quando la Commissione disciplinare decise di far retrocedere il Genoa in serie C1, non per demerito sul campo ma perché s’accertò che si erano comprati le partite. In quell’occasione i sampdoriani fecero caroselli fino a notte fonda.

Così si arriva al derby con i genoani felici e ansiosi per il probabile ‘decesso’ della Samp e i doriani infuriati con la società e la squadra, che non ci stanno a venir sotterrati direttamente dai cugini. La polizia intanto lavora: oggi tavolo tecnico in questura, a metà settimana comitato per l’ordine e la sicurezza pubblica in prefettura. La partita si dovrebbe giocare alle 20,45 ed è possibile che venga chiesto di anticiparla proprio per motivi di ordine pubblico.