Davide Rossi: "Per la sicurezza cittadina serve prevenzione a 360 gradi" - Genova 24

Lettera al direttore

Davide Rossi: “Per la sicurezza cittadina serve prevenzione a 360 gradi”

“Cari Scidone e Marenco, la sicurezza partecipata è il giusto deterennte a sbarrare a doppia mandata la strada alla microcriminalità, facendo rivivere i quartieri, dove vi è sicurezza partecipata, sia in città amministrate dal centro destra, che da “illuminati” del centro sinistra i dati confermano un abbassamento dei reati di microcriminalità.

Vi intimo e vi invito a non essere tedianti a dare colpe al governo, tristi e falsamente di parte, i problemi dove vi sono si risolvono alla radice con ricette che vanno dalla prevenzione a 360 gradi: tramite l’associazionismo, ma anche nelle scuole visto l’abbassamento dell’ età media di chi si macchia di reati di “microcriminalità”, creando meeting continui tra cittadini giovani e meno giovani e corpi di polizia in strade, piazze e istituti scolastici e investendo sull’ illuminazione di strade e piazze, l’ altro giorno mi sono trovato un pensionato in piazza Settembrini in lacrime perchè orde di ragazzini sudamericani lo hanno insultato solo perchè ha chiesto un pezzo di panchina per leggere il giornale, gesto che compieva quotidianamente da 40 anni e che ora ha timore a fare…è questa l’integrazione che offre la giunta Vincenzi?

Ricordo che oltre ai Governi Belusconi ve ne son stati almeno tre di Sinistra che devastanto i fondi a disposizione delle forze dell’ ordine, fondi che il Ministro Maroni ha ritrovato, se no come si spiegherebbero i successi del governo, per altro continui nella lotta al crimine organizzato, gli arresti e il lavoro di intelligence?

Scidone e Marenco non fate demagogia di parte…vi ricordo che il centro sinistra amministra Genova da quasi 40 anni e grazie a queste amministrazioni Sampierdarena da giardino qual’era è diventata la cloaca della città, piena delle peggior cose possibili: prostituzione, spaccio, servitù di ogni genere e tipo, spazzatura abbandonata nei voltini di via Buranello stile Napoli…un quartiere morto, un quartiere dormitorio che DEVE REAGIRE, VUOLE CAMBIARE ed è stufo di sentire qualunquismo becero degno di Cuba e non di una città medaglia d’oro alla resistenza….
Quanto alla manifestazione 31 maggio la Lega sarà sicuramente presente assieme ai cittadini e valuterò l’organizzazione di eventi tematici sul problema”.

Davide Rossi
Capogruppo Municipio 2 Centro Ovest
Coordinatore Provinciale Giovani Padani Genova