Chiavari, “La scuola nella schiena”: il nuovo progetto dell’amministrazione comunale - Genova 24

Chiavari, “La scuola nella schiena”: il nuovo progetto dell’amministrazione comunale

valeria leoni, assessore pubblica istruzione chiavari

Chiavari. Curare il mal di schiena fin dai banchi di scuola. Perché è qui che possono nascere le posture scorrette che portano poi a dolori cervicali, dorsali e lombari e, in alcuni casi, anche a patologie più gravi. Il Comune di Chiavari mette in campo una strategia di prevenzione che segue i cittadini di tutte le fasce di età per prevenire il dolore più comune, con La “Scuola della Schiena” : educare per prevenire. Ovvero, un progetto rivolto a cittadini residenti nel Comune di Chiavari, che è già un successo: oltre 280 iscritti in pochi mesi, tra “La Scuola della Schiena” e il Corso di Fisiopilates.

Il progetto è articolato in tre fasi. La prima consiste nella prevenzione rivolta agli adulti, con corsi in palestra a seconda della fascia d’età e della patologia; la seconda è dedicata all’educazione e alla prevenzione di posture sbagliate in età scolare, per bambini ed adolescenti; la terza alle rachialgie legate al lavoro.

“Il progetto al momento si trova alla fase due – spiega Valeria Leoni, assessore ai Servizi Sociali, Sanità e Pubblica Istruzione del Comune di Chiavari, che ha ideato il progetto in collaborazione con Asl 4 Chiavarese (Dipartimento della Riabilitazione e delle Disabilità e Dipartimento di Prevenzione, Struttura Complessa Prevenzione e Sicurezza Ambienti di Lavoro PSAL), coinvolgendo medici, pediatri e scuole – l’obiettivo, infatti, è intervenire prima possibile. I giovani verranno valutati e si attiveranno corsi di educazione posturale sia a scuola che durante lo studio”.

Il mal di schiena, infatti, o low back pain (LBP), è una vera e propria piaga sociale che incide sull’attività lavorativa e ha un elevato costo sociale. E colpisce in Italia oltre 15 milioni di persone. “Secondo recenti rilevazioni statistiche – precisa Valeria Leoni – il mal di schiena risulta la prima causa di assenza dal lavoro e la seconda di invalidità. Riguarda uomini e donne in ugual misura, più spesso fra 30 e 50 anni di età. E comporta altissimi costi individuali e sociali, in termini di indagini diagnostiche e di trattamenti, di perdita di giornate lavorative e di diminuita capacità a svolgere attività quotidiane. Ma il dolore cervicale, dorsale o lombare colpisce anche i giovani. E le cause sono varie: obesità, scarsa attività fisica, posture alterate”.

Prima si interviene, meglio è dunque. Per questo il Comune di Chiavari ha deciso di attivare questo progetto in tre fasi. Per gli adulti è prevista una visita fisiatrica con la compilazione di un questionario di valutazione e un eventuale controllo. Inoltre, sono attivi due corsi. Uno il lunedì, martedì, mercoledì e giovedì dalle 15 alle 20 nella Palestra “Odeon”, in via Vinelli 28 B, e il venerdì corso di Fisiopilates. L’altro corso è rivolto ai ragazzi, al Palazzetto dello Sport in piccoli gruppi di 4-5 ragazzi divisi per età dalle 17 alle 20 (lunedì, martedì, mercoledì, venerdì).I corsi sono svolti da Fisioterapiste specificatamente preparate con un costante contatto medico per ogni problematica che possa emergere.Il costo per i residenti in Chivari è di 30 Euro per 10 sedute di trattamento in piccoli gruppi.