Cede muro a Rapallo, Capurro: "Urge accertare le responsabilità" - Genova 24
Cronaca

Cede muro a Rapallo, Capurro: “Urge accertare le responsabilità”

Armando Ezio Capurro

Rapallo. “Quanto accaduto nel palazzo di via Mameli a Rapallo non è certo un fatto inaspettato, il sottoscritto con due interrogazioni al sindaco Campodonico e molti altri cittadini avevano espresso timore circa la staticità dei palazzi di via Mameli, a rischio in seguito agli scavi in corso per realizzare la nuova chiesa di S.Anna”. Così commenta il consigliere regionale Armando Ezio Capurro il cedimento del muro di contenimento del civico 253 in via Mameli.

“Il sindaco e gli uffici preposti, evidentemente impegnati in pratiche urbanistiche più interessanti, – racconta Capurro – hanno pensato bene di ignorare le segnalazioni pervenute, non certo per mera polemica politica, ma per effettuare un reale risconto se quanto stava accadendo fosse collegato ai lavori in corso”.

Ci sono voluti segni di cedimento di un palazzo e l’intervento dei vigili del fuoco per riportare Campodonico alla realtà.

Un edificio evacuato, negozi chiusi e altri stabili a rischio di sgombro per aver con molta approssimazione ignorato il “grido d’allarme” di quanti risiedono in via Mameli e del sottoscritto.

“Come gli struzzi nascondono la testa sotto la sabbia – conclude Capurro – si è pensato bene di coprire quanto stava accadendo con una striscia di asfalto stesa sopra le vistose crepe sulla carreggiata. Vista la gravità dei fatti occorre porre urgentemente dei rimedi e accertare le responsabilità da parte degli organi preposti”.