Arresto Don Seppia: probabile giro di prostituzione minorile, il sacerdote verso struttura Sert - Genova 24
Cronaca

Arresto Don Seppia: probabile giro di prostituzione minorile, il sacerdote verso struttura Sert

Don Seppia

Genova. Oltre all’accusa di abusa su minori e cessione di sostanze stupefacenti, don Riccardo Seppia, il parroco di Sestri Ponente arrestato venerdì, potrebbe rischiare ulteriori capi d’imputazione. Nel fascicolo aperto dalla procura genovese a suo carico infatti potrebbe rientrare anche il reato di induzione e sfruttamento di prostituzione minorile.

In queste ore le indagini stanno infatti cercando di accertare se le frasi emerse durante le intercettazioni telefoniche e ambientali e pronunziate durante colloqui con il pusher nordafricano che gli procurava la cocaina, possano essere relative a un vero e proprio rapporto di domanda-offerta.

I carabinieri, inoltre, stanno controllando i conti correnti del sacerdote. Secondo i Nas di Milano, infatti, il cocainomane pedofilo, “aveva un tenore di vita molto elevato per essere un parroco stipendiato dalla diocesi”.

Intanto, a causa della sua elevata tossicodipendenza, è al vaglio la possibilità di ‘appoggiare’ il sacerdote ad una struttura Sert.

Secondo quanto appreso da alcune fonti interne al carcere, Don Seppia, che era stato sottoposto a regime di massima sorveglianza per paura di atti autolesionisti dopo il colloquio con lo psicologo, è stato riportato nella sezione isolamento, lontano dai detenuti a regime corrente.