Quantcast
Cronaca

Uil, Angeletti a Genova: “Chi ha paura del cambiamento verrà travolto”

Genova. “L’illusione che bisogna togliersi é che si possa avere paura del cambiamento, tanto alla fine il cambiamento ci sarà e chi ha paura verrà travolto. Il rischio che il cambiamento possa minare le conquiste raggiunge non è dovuto dal destino e non è nemmeno inevitabile”. Luigi Angeletti, segretario generale della Uil, a Genova per il convegno “150 anni di lavoro tra conquiste e cambiamento” ha tracciato un quadro generale a tutto tondo, lanciando più di una frecciata.

Tra chi ha paura del cambiamento, Angeletti ha annoverato anche la Cgil? “Non solo, c’é un sacco di gente che ha paura. Noi cerchiamo di usare il cervello e considerando il fatto che ci sono cose che non possono essere lasciate così come sono – ha concluso Angeletti – cerchiamo di vedere come si può cambiare nel modo migliore possibile”.

Angeletti ha poi commentato anche il dietrofront del Governo sul nucleare: “Non è un trucco per sabotare i referendum come denunciato dall’opposizione ma è frutto di una reazione emotiva così come era accaduto vent’anni fa quando – ha spiegato Angeletti – abbiamo deciso di abbandonare il nucleare sull’onda di un’emozione, la paura di Chernobyl. Il governo si comporta come la maggioranza degli italiani: vive di emozioni e sceglie sulla base di emozioni”.