Truffa dei mutui gonfiati: ora si indaga anche nel Tigullio - Genova 24
Cronaca

Truffa dei mutui gonfiati: ora si indaga anche nel Tigullio

auto

Tigullio. Va avanti l’inchiesta della guardia di finanza e della Procura di Genova su quella che ormai è diventata nota come la “truffa dei mutui gonfiati”, che durante lo scorso mese di febbraio portò alla cattura del titolare dell’azienda Cibiemme Engineering e di altre due persone.

A distanza di poco più di un mese, infatti, sarebbe spuntato un nuovo filone di indagine, che riguarda 80 operazioni immobiliari nel Tigullio, soprattutto nella zona tra Rapallo e Zoagli, con la complicità di insospettabili agenti immobiliari.

Le indagini si sono concentrate su queste operazioni anche grazie alle dichiarazioni degli indagati e degli arrestati interrogati. Due mesi fa era stata scoperta la colossale frode, con base a Genova e sospetti contatti con l’ndrangheta. I tre arrestati avrebbero raggirato diversi istituti di credito e società finanziarie accedendo mutui ipotecari su immobili il cui valore era stato gonfiato grazie a perizie di comodo, per un giro da 25milioni di euro.