Tigullio, pubbliche assistenze: “Il 118 non si tocca” - Genova 24
Altre news

Tigullio, pubbliche assistenze: “Il 118 non si tocca”

ambulanza2

Levante. Le Pubbliche Assistenze della ASL 4 Chiavarese, Tigullio Occidentale, manifestano forte preoccupazione per le quotidiane notizie riportate sui giornali riguardo l’Ospedale Nostra Signora di Montallegro di Rapallo ed oggi riguardo la Centrale Operativa del 118 della ASL 4 Chiavarese.

“Circa l’Ospedale intendiamo ribadire che la realizzazione di tale presidio fa parte di una pianificazione della rete ospedaliera contenuta nella programmazione sanitaria regionale almeno degli ultimi dieci anni. Il nostro territorio del Tigullio Occidentale e poi successivamente abbiamo visto, per scelte regionali, del Golfo Paradiso, è stato sistematicamente privato delle strutture ospedaliere. Rapallo non è un nuovo ospedale ma va a sostituire l’ospedale già esistente in questa città e l’ospedale di Santa Margherita Ligure – spiegano Fabio Mustorgi, Piergiorgio Brigati e Francesco Atzori – E’ evidente che questo territorio ha saputo interpretare le scelte di razionalizzazione e di risparmio di risorse; non ci sembra che altrettanto sia stato fatto nel resto della Liguria quando ancora oggi esistono strutture tecnicamente inspiegabili come è quella ‘dell’Ospedale’ di Pontedecimo”.

“Siamo ad evidenziare che il nostro territorio soffre di carenza di risorse economiche per una scorretta ed inaccettabile ripartizione, da parte della Regione, della quota capitaria che vede penalizzata l’ASL 4 Chiavarese, unica ASL ad aver i conti in ordine nel contesto delle ASL liguri – continuano – Apprendiamo oggi la sconcertante notizia riguardo un’iniziativa al vaglio della Regione circa l’imminente chiusura della Centrale Operativa 118 della ASL 4 Chiavarese. Se ciò corrispondesse al vero anticipiamo forme di protesta straordinarie poiché riteniamo tale scelta un’ ulteriore ed evidente aggressione alle già poche risorse presenti sul nostro territorio”.

“La Centrale 118 Tigullio Soccorso, diretta da Filippo Arcidiacono, garantisce oggi il coordinamento di tutte le risorse in campo dell’emergenza sanitaria, producendo un altissimo livello di qualità e di efficienza. Inoltre il Servizio 118 rappresenta un importantissimo strumento di formazione ed aggiornamento del personale volontario che su questo territorio dà il fondamentale contributo alla rete dell’emergenza – concludono – il 5 aprile alle ore 18 inviteremo i Consiglieri Regionali del Tigullio ad un incontro che si terrà presso il Circolo Golf Tennis di Rapallo per sollecitare il loro intervento sui temi sopra esposti ed esprimere alcune osservazioni circa le diverse problematiche che riguardano l‘attività del polo ospedaliero di Rapallo in particolare sull’accettazione e gestione dei codici verdi”.