Tigullio, Boitano: "Soluzioni bipartisan per rilanciare il territorio" - Genova 24
Politica

Tigullio, Boitano: “Soluzioni bipartisan per rilanciare il territorio”

Giovanni Boitano

Genova. “Il nostro partito sarà sempre pronto a confrontarsi con il territorio disponibile a discutere di qualsiasi tema in modo costruttivo e senza preclusioni ideologiche sapendo che il Tigullio e l’entroterra per continuare ad essere competitivi hanno bisogno di fatti e non parole, quei fatti che, nonostante una crisi economica senza precedenti, siamo intenzionati a portare avanti”. L’Udc, attraverso le parole del coordinatore provinciale e assessore ai Lavori Pubblici Giovanni Boitano, mette le polemiche da parte per dare voce ai cittadini e alle esigenze del territorio del Tigullio.

“Qui – spiega Boitano – sono in corso numerosi cambiamenti che devono essere governati attraverso la massima condivisione di tutte le forze politiche. Gli impianti di Santo Stefano d’Aveto sono diventati una delle realtà turistiche più importanti della Liguria, attraverso una valenza bistagionale hanno contribuito a rilanciare le vallate e creare posti di lavoro”.

L’entroterra sta assistendo ad un fenomeno in controtendenza rispetto al passato, molti giovani vogliono rimanere nel territorio e spesso, a costo di grossi sacrifici, sono pronti a creare aziende agroalimentari e turistiche che contribuisco a rivitalizzare i paesi.

“Dove queste attività sono più radicate – continua Boitano – non a caso, anche i disastri causati dal dissesto idrogeologico sono inferiori, il segno che il presidio dell’uomo sul territorio rappresenta l’unico vero antidoto contro il degrado dell’ambiente”

Nonostante la chiusura delle Comunità Montane, la legge sarà approvata a giorni, imposta dai tagli di risorse decisi dal Governo, la Regione Liguria è impegnata a salvaguardare i posti di lavoro e la continuità dei servizi da fornire ai cittadini evitano ulteriori disagi. Identici provvedimenti saranno assunti per quanto riguarda i Consorzi agricoli che interessano i Comuni costieri.

“Rilanciare il Tigullio non deve essere una prerogativa di coalizione, vedi centrodestra o centrosinistra – spiega l’assessore ai Lavori Pubblici – ma deve rappresentare un impegno costante di tutte le forze politiche. L’ospedale di Rapallo garantisce nel Tigullio, insieme a Lavagna e Sestri Levante, servizi sanitari efficienti, il prolungamento di viale Kasman e il traforo Fontanabuona a Rapallo possono, una volta per tutte, snellire la viabilità indispensabile per il futuro sviluppo”.

I tempi della politica devono essere all’altezza delle aspettative della gente, al riguardo l’esempio Lames è quanto mai evidente. La Regione Liguria in pochi mesi ha risolto il problema, ora la Filse, su mandato della Regione, è impegnata a definire gli aspetti operativi.
“L’impegno della giunta regionale Burlando è costante nel risolvere le criticità – continua Boitano – non passa settimana che il presidente non sia presente sul nostro territorio per ascoltare il parere degli amministratori locali, il vero anello di congiunzione tra la gente e le istituzioni”.
Le polemiche tra i partiti devono essere lasciate da parte in quanto la popolazione locale chiede delle risposte e non vuole assistere ad un desolante teatrino della politica, soprattutto nei piccoli Comuni e dove la popolazione non vuole essere coinvolta in battaglie che non sono le loro, ma è disposta ad ascoltare solo argomenti che riguardano la comunità e dare fiducia a chi si impegna per risolverli.
“Per questo motivo l’Udc cerca sempre più di radicarsi sul territorio – conclude Boitano – con spirito di servizio cercando di lasciare da parte le polemiche, non a caso i risultati si vedono”.