Quantcast
Cronaca

Tensione alla Sala Chiamata, scoppia rissa tra migranti: cinque al pronto soccorso

Genova. Sale la tensione tra i migranti tunisini per il mancato ottenimento del permesso di soggiorno temporaneo. Dopo le proteste di questa mattina di fronte alla questura, alla Sala Chiamata del Porto di Genova, nell’improvvisato centro di accoglienza messo a disposizione dalla Culmv, è scoppiata una rissa tra alcuni tunisini residenti a Genova e un gruppo di migranti arrivati oggi dal centro di Lampedusa.

Un tunisino è stato colpito con una coltellata, il secondo con un frammento di bottiglia. Cinque in totale i feriti: tutti in codice verde, alcuni sono stati trasportati all’ospedale Galliera, altri al pronto soccorso di Villa Scassi. Una volta dimessi, i nordafricani sono stati portati in questura e sottoposti a fermo di identificazione.

Intanto si sta svolgendo la riunione operativa per far fronte all’emergenza con la partecipazione del presidente della Regione Liguria, Claudio Burlando, e degli assessori competenti e alla presenza del presidente dell’Autorità Portuale Luigi Merlo, il responsabile della protezione civile e quello della Croce Rossa che gestiscono il campo allestito alla sala chiamata.