Teatri e Festival, Repetto: "Solidarietà, ma serve programmazione razionalizzata" - Genova 24

Teatri e Festival, Repetto: “Solidarietà, ma serve programmazione razionalizzata”

Alessandro Repetto - pres. prov. Genova

Provincia. La solidarietà al mondo del teatro e dei festival, e l’impegno a sostenerlo, pur limitato alle reali possibilità, è stato espresso direttamente dal Presidente della Provincia Alessandro Repetto ai rappresentati di una trentina di realtà genovesi del settore, che hanno chiesto oggi un incontro con i capigruppo del consiglio provinciale, con l’assessore alla cultura Anna Dagnino e appunto con Repetto. Anche il consiglio e l’assessore hanno mostrato apertura e volontà di dare una risposta concreta alla richiesta, il primo fissando per il 21 aprile alle 16 una seduta della sesta commissione consiliare, presieduta dal consigliere Giorgio Di Tullio, la seconda sollecitando i rappresentanti dei teatri a proporre una programmazione di spettacoli legata alla valorizzazione del territorio, ambito che rientra nella competenze della Provincia e che può quindi trovare un finanziamento da parte di Palazzo Spinola.

“La cultura – ha subito chiarito il Presidente Repetto – non è più nelle competenze della Provincia da quando è entrata in vigore la legge 42 sul federalismo fiscale, quindi per trovare risorse finanziarie da destinarle dovremmo toglierle ad altri capitoli su cui invece l’ente che presiedo ha competenze istituzionali, come la manutenzione delle strade. E questo spostamento è impraticabile in un momento in cui i trasferimenti statali alla Provincia sono stati ridotti del 30% rispetto all’anno scorso, e quindi ogni nostra attività istituzionale può contare su risorse economiche ridotte all’osso. Quello che possiamo fare è metterci intorno a un tavolo con altri enti locali, Comune di Genova e Regione Liguria, e cercare risorse per sostenere una programmazione culturale più concentrata rispetto a quella odierna. Quindi chiedo al mondo del teatro di razionalizzare il proprio circuito e di fare uno sforzo di unitarietà evitando una moltiplicazione di iniziative che non trovano riscontro in una reale domanda del mercato”.

Portavoce della delegazione di uomini di spettacolo ricevuta in Provincia sono stati Emanuele Conte, della Fondazione
Luzzati Teatro della Tosse, e Claudio Pozzani, rappresentante del mondo dei festival. Hanno ricordato che il totale dei contributi che le realtà rappresentate hanno ricevuto nel 2010 dagli enti pubblici (Stato ed enti locali) è stato di 900.000 euro, a fronte di ricavi pari a 7 milioni di euro. Questo dato non rende conto in modo completo della profittabilità del teatro, ma dà l’idea dell’importanza di queste attività culturali anche sotto il profilo economico.