Quantcast
Politica

Strasburgo, gli eurodeputati volano solo in prima classe: Balzani contraria

Strasburgo. Abbattere i costi della politica, ad esempio rinunciando a volare in prima classe? La “casta”, anche in Europa, sembra non essere del tutto d’accordo. Ma tra gli europarlamentari che hanno bocciato i tagli, come quello sui voli, previsti in un emendamento volto al risparmio, c’è anche chi ha votato a favore dell’austerithy di bilancio. Tra questi, l’eurodeputata genovese Francesca Balzani (Pd), favorevole alla rinuncia della business class per gli eurodeputati nei voli di meno di 4 ore, e al congelamento di stipendi e diarie.

Misure per altro bocciate, in maniera del tutto bipartisan, dalla maggioranza degli eurodeputati, anche italiani, sia del gruppo dell’Alleanza progressista di Socialisti e Democratici, sia del Ppe. Nella compagine italiana hanno invece votato sì ai tagli: Francesca Balzani (pd), Patrizia Toia (Pd), Francesco De Angelis (pd), Sonia Alfano (Idv), Mario Borghezio, Matteo Salvini (Lega). Il no è arrivato da tutti gli altri euro-onorevoli.

Immediata la proposta in rete, in particolare su twitter: “Andare in prima classe, tornare dopo 5 minuti e che ti paghino… non ha prezzo” è uno dei tanti commenti ironici e indignati. Ma l’ondata di vergogna si è abbattuta soprattutto sul fronte spagnolo, tanto da costringere il governo di Madrid a chiedere, con una certa veemenza, ai propri deputati di correggere al più presto il tiro.

Più informazioni