Quantcast
Economia

Slala, Repetto: “Se non avessi accettato, si andava alla liquidazione”

Genova. “Ho accettato la presidenza della fondazione Slala, nata per coordinare le scelte logistiche tra Liguria e Piemonte, perché c’é stata unanimità sul mio nome ma, sopratutto, perché ho visto la volontà di andare avanti con il lavoro svolto sino ad oggi”. Lo ha detto Alessandro Repetto, presidente della Provincia di Genova, spiegando le motivazioni per cui ha accettato la presidenza di Fondazione Slala.

“Se non avessi accettato – spiega Repetto – Slala sarebbe andata verso la liquidazione visto che le posizioni di alcuni enti non avrebbero portato ad una designazione unanime. Raccolgo la sfida, quindi, con l’obiettivo di non buttare a mare tutto quello che è stato costruito, a partire dal Retroporto di Alessandria, al quale bisogna dare certezze. I primi atti da compiere – continua Repetto – saranno proprio quelli di verificare, anche attraverso il Cipe, quale tipo di finanziamento può essere ricercato e poi vedere quali partecipazioni gli enti locali possano sottoscrivere per dare un senso di coralità alla società”.

Più informazioni