Quantcast
Cronaca

“Rambla” di via XX settembre: posizionati 32 alberi, i genovesi si dividono

Genova. Il “giardino di Genova”, come l’ha soprannominato l’assessore Farello, conosciuto anche con il nome di “Rambla”, di via XX settembre prende sempre più forma: questa mattina sono arrivati 32 gelsi che verranno posizionati ai lati della strada, mentre da lunedì i lavori si concentreranno sulla realizzazione del prato.

“Gli alberi sono stati scelti appositamente con la chioma alta – afferma Mauro Grasso, direttore di Aster – in modo da consentire la completa visibilità. Da lunedì sopra al terreno di sabbia che creeremo oggi verrà messa l’erba. Il programma dei lavori è rispettato in pieno”.

I genovesi passano, osservano i lavori e proseguono. I pareri sono contrastanti, c’è chi è critico, chi attende la fine dei lavori per giudicare e chi è abbastanza d’accordo.

“Aspetto di vederla finita, – dichiara un passante – altrimenti non riesco a dare un giudizio. L’idea è bella, certo la paralisi del traffico è possibile, ma se parliamo di un periodo breve può valerne la pena, soprattutto se può aumentare la bellezza e l’importanza di Genova nel mondo”.

Qualcuno ritiene che le priorità della città siano altre: “I marciapiedi hanno buchi, noi ci rompiamo le gambe e invece che sistemare queste emergenze si sprecano i soldi. Gli alberi fanno ridere: perché non ci hanno messo degli ulivi liguri? Con i gelsi starà bene qualcuno in Toscana, visto che provengono da quella zona”.

I giovani, invece, sembrano più propositivi: “Forse davvero paralizzerà il traffico, ma non mi dispiace. E’ un’opera da collaudare e se va bene da mantenere anche oltre il 1° maggio”.

Guarda tutte le foto qui

Alberto Maria Vedova – Elisa Zanolli