Quantcast
Politica

Profughi a Genova, l’appello del Pd alla politica: “Basta speculazioni, sediamoci tutti intorno a un tavolo”

Genova. “In questo momento delicato nessuno di noi impegnato in politica farebbe un buon servizio alla collettività se ci limitassimo da un lato noi a difendere l’amministrazione ed attaccare il governo ed il centrodestra a recitare la parte contraria, raccogliendo firme contro l’amministrazione comunale”. Così Victor Rasetto, segretario provinciale Pd che per l’occasione lancia un appello a tutte le forze politiche a restare coese nel fronteggiare l’emergenza profughi.

“L’attuale situazione è infatti particolarmente delicata innanzitutto perché spesso ci dimentichiamo che stiamo parlando della vita di persone, che rischiano la vita, e perché il clima di tensione in città sta raggiungendo livelli pericolosi anche per i gravi episodi che hanno riempito le cronache di questi giorni e che fomentano questo clima”.

“E’ quindi richiesto alla classe dirigente politica e delle istituzioni un salto di qualità per non alimentare il clima con atteggiamenti di speculazione politica a meri fini elettorali o per piccoli interessi di parte. Non possiamo rischiare che la situazione diventi incontrollabile”.

“Non si può leggere nella nostra città, da sempre aperta ed accogliente verso altre comunità, sentimenti di rifiuto o razzismo; piuttosto bisogna capirne le paure ed il senso di ingiustizia e dare risposte. Per questi motivi mi rivolgo a tutti i partiti politici, di centrosinistra e centrodestra, della nostra città affinchè sia possibile sederci tutti assieme attorno ad un tavolo per ragionare su punti propositivi condivisi che diano l’esempio dell’abbandono di atteggiamenti ideologici pregiudiziali e gli opposti estremismi”.

“Confrontiamoci su: Chiedere al Governo di precisare al più presto i numeri, la composizione dei gruppi da accogliere ed i fondi, nell’ammontare e nella durata, messi a disposizione.
La predisposizione di un sistema di accoglienza con un ancora maggiore coinvolgimento delle associazioni di volontariato laiche e cattoliche, che già molto stanno facendo.
Chiedere agli organismi preposti, Questura e Prefettura, Protezione Civile, garanzie e risorse sulla sicurezza e la vivibilità dei quartieri. A tal fine è urgente chiedere al Governo che per queste finalità provveda ad un incremento delle forze sul territorio, drasticamente ridotte in numeri e mezzi dagli ultimi tagli delle manovre economiche”.

“Solo in questo modo – conclude Rasetto – non ci sottrarremmo alle nostre responsabilità per far sì che la tensione si abbassi su questo argomento, in modo da poter aprire un sereno confronto per cercare soluzioni ad un fenomeno di questa portata”.

Più informazioni