Cronaca

Porto Santa Margherita, Fracchia: “Volano turistico ed economico per tutta la città”

progetto porto di Santa Margherita

Santa Margherita. Decolla definitivamente il restyling dell’area portuale, uno dei principali obiettivi di mandato dell’amministrazione De Marchi, “un traguardo ambizioso – come definito dal primo cittadino – che coniuga ricerca di qualità ambientale e aspirazioni allo sviluppo economico e turistico”.

Sono in corso i lavori di ampliamento della passeggiata di Corte, che ha già registrato una parziale apertura al pubblico, e i lavori di pavimentazione del nuovo tratto di diga foranea, un intervento da 500 mila euro finanziato dallo Stato e diretto dal S.I.I.T. (ex provveditorato delle OO.PP.). “120 i giorni di lavoro prima di incassare un risultato che costituirà la premessa a ulteriori e significative migliorie sovrintese dall’assessore Mario Fracchia”.

Nell’anno in corso partirà anche il 1° lotto di installazione dei nuovi impianti lungo l’ultimo tratto di diga foranea, 270 mila euro che consegneranno nuovi torrini, il completamento delle catenarie per l’ormeggio degli yachts e che garantiranno la messa in funzione della fognatura nonché la fornitura di acqua potabile e non. Opere che non si percepiranno visivamente ma che, nondimeno, sono essenziali per qualificare l’offerta portuale. Quasi giunte alla progettazione definitiva sono la nuova illuminazione e la fontana sulla cima della diga, mentre in dirittura d’arrivo è il nuovo look di Piazzale Cagni, per il quale il Comune è in attesa del parere della Regione e della conferenza dei servizi deliberante: oltre al consolidamento dei basoli, Piazzale Cagni vedrà gli attuali containers sostituiti da analoghi volumi incassati sotto la massicciata e destinati a bagni, docce e locali accessori, nonché una nuova cabina di trasformazione elettrica essenziale per l’alimentazione dei nuovi torrini. Infine l’elemento più suggestivo: la nuova passeggiata in arenaria di 160 metri lungo la diga foranea, già autorizzata dalla Capitaneria di Porto e in attesa della progettazione esecutiva: non solo un ulteriore spazio a beneficio della fruizione pedonale, ma un nuovo punto di vista sulla zona a mare di Santa Margherita.

“Si tratta di opere utili a riqualificare in tempi rapidi l’ambiente portuale – dichiara l’assessore Mario Fracchia -valorizzando i nostri ormeggi e rendendo la nostra marina non solo più accogliente per cittadini, professionisti e ospiti, ma anche più appetibile sul mercato. Non si tratta di interventi che riqualificano solo un quartiere, perché la premessa da cui abbiamo mosso è che l’area portuale largamente intesa è e deve essere un prezioso volano turistico ed economico per tutta la città”.

Lapidario il commento di Andrea Carannante, Partito Comunista dei Lavoratori da sempre contrario al progetto: “La più grande speculazione mai avvenuta a Santa Margherita non avrà luogo ne oggi ne mai, questo vi chiedono i cittadini, voltando alla larga da questo inumano modo di fare politica”.