Quantcast
Sport

Pallanuoto, playoff scudetto: Bogliasco entusiasma, Camogli ko

Camogli. I playoff scudetto della serie A1 sono iniziati con le prime due partite dei quarti di finale. A Camogli è stato rispettato quanto emerso dalla stagione regolare, con il successo del Savona sui locali. A Bogliasco, invece, la squadra di casa ha compiuto l’impresa, piegando la Brixia Leonessa.

Partiamo da Camogli. Privi di Stefano Luongo, i bianconeri faticano a rendersi pericolosi. Dopo le prime fasi di studio, trascorsi 4’01” Angelini sblocca il risultato in superiorità numerica. Un imprevisto si abbatte sul Savona a 2’55” dalla fine del primo tempo: Rizzo viene espulso definitivamente per gioco scorretto. Ci pensa Janovic a non far notare la sua assenza e, dopo aver siglato il raddoppio, trasforma due rigori a cavallo dei due tempi.

Forte di 4 reti di vantaggio la Carisa si rilassa e il Camogli colpisce con Michele Luongo in superiorità e con Tyrrell a uomini pari. Dopo quasi quattro minuti di astinenza i vice campioni d’Italia ritrovano la via del goal con Lapenna. Trascorrono 67″ e tocca ad Aicardi scrivere il proprio nome nei marcatori: 2 a 6. A 20″ da metà gara i ragazzi guidati da Azevedo sfruttano un’azione con l’uomo in più e Andrea Fondelli insacca il – 3.

Nella terza frazione di gioco, come detto, il Savona chiude i conti. Dopo 28″ va a segno Smith; passano altri 42″ e lo imita Astarita. A 4’17” dalla fine del tempo Goran Fiorentini va in goal in sette contro sei. A 1’14” è Angelini a realizzare la prima marcatura personale per il 3 – 10.

L’ampio divario nel punteggio toglie il pathos al quarto tempo. Andrea Fondelli sblocca i suoi dopo 9’07” senza segnature. Gli risponde Aicardi. Poi c’è un nuovo botta e risposta: lo firmano Martin e Deni Fiorentini, entrambi con l’uomo in più. A fine partita saranno 3 su 11 le reti in superiorità dei camoglini contro le 4 su 6 dei savonesi, cui si aggiungono i 2 rigori. A 3′ dalla fine termina la partita di Tyrrell, espulso per proteste. A 1’30” dalla sirena Deni Fiorentini esce dall’acqua per il suo terzo fallo grave. Ma ormai sono solamente note utili alle statistiche. Un goal di Astarita permette al Savona di aggiudicarsi anche il quarto tempo e fissa il risultato sul 5 a 13.

Il tabellino:
Rari Nantes Camogli – Carisa Savona 5 – 13
(Parziali: 0 – 3, 3 – 3, 0 – 4, 2 – 3)
Rari Nantes Camogli: Ferrari, M. Luongo 1, A. Fondelli 2, Cupido, L. Fondelli, Caliogna, Guenna, Temellini, Avallone, Tyrrel 1, Martin 1, Foti, Gardella. All. Ricardo Azevedo.
Carisa Savona: Volarevic, Astarita 2, Alesiani, Giacoppo, Smith 1, Rizzo, Janovic 3, Angelini 1, Lapenna 1, D. Fiorentini 1, Aicardi 2, G. Fiorentini 1, Antona. All. Claudio Mistrangelo.
Arbitri: Mario Bianchi e Alessandro Severo (Roma). Delegato Fin: Maggiolo (Genova).

E veniamo al Bogliasco. Già i primi tre minuti fanno presagire una serata di grazia per il sette condotto da Jonathan Del Galdo. Le reti di Roman Di Somma e Deserti, infatti, firmano l’avvio di gara. Poi, per ben 5’47”, non si segna. E’ Presciutti, all’inizio del secondo tempo, a sbloccare i lombardi. Pronta la replica bogliaschina con Nossek, in goal prima a uomini pari, poi dai cinque metri. Caliogna realizza il 4 – 2, ma i locali insistono e con i centri di Bettini e Roman Di Somma trovano il nuovo massimo vantaggio: + 4.

Dopo la pausa ci si attende la reazione della Brixia, invece è Vergano a dare il via alle marcature nel terzo tempo. A 3’55” dalla fine del periodo va in goal Mammarella con l’uomo in più, ma a 40″ è Deserti a infilare la palla in rete. E così anche la terza frazione di gioco è appannaggio dei locali. A 30″ dalla fine del terzo tempo è stato espulso Vergano per tre falli. In avvio di quarto periodo sono i bresciani a dare segni di vitalità. Nel primo minuto e mezzo vanno a segno Nora e Elez. Ci pensa Camilleri a tenere gli ospiti a distanza. A 40″ dalla fine del match Elez rende meno netta la sconfitta dei lombardi; subito dopo Binchi viene espulso per tre falli.

Concedendo ai bresciani solamente 2 reti su 13 occasioni con l’uomo in più il Bogliasco ha costruito la sua grande vittoria. Per i locali 3 su 8 in superiorità e un rigore realizzato. Per completare l’opera il Bogliasco dovrà vincere a Brescia ma, visti i valori in acqua questa sera, le possibilità ci sono tutte.

Il tabellino:
Rari Nantes Bogliasco – Lake Iseo Brixia Leonessa 9 – 6
(Parziali: 2 – 0, 4 – 2, 2 – 1, 1 – 3)
Rari Nantes Bogliasco: Mina, Magalotti, A. Di Somma, Vergano 1, Bianco, R. Di Somma 2, Nossek 2, Boero, Bettini 1, Mugnaini, Camilleri 1, Deserti 2, Capanna. All. Jonathan Del Galdo.
Lake Iseo Brixia Leonessa: Kacic, Rivetti, Presciutti 1, Fresia, Paravelli, Calcaterra, Mammarella 1, Nora 1, Binchi, Elez 2, Caliogna 1, Franicevic, Dian. All. Alessandro Bovo.
Arbitri: Radicevic e Rak (Croazia).