Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Pallanuoto: 12-7 per la Pro Recco contro il Primorje

Genova. La Ferla Pro Recco vola in alto e vince 12-7 contro il Promorje. Dopo un viaggio lungo e faticoso, a causa della sospensione del volo aereo che doveva portare i giocatori alla Kantrida, la squadra si allena e, alla sera, scende in vasca.

Il primo tempo inizia con la palla al Primorje con un sospetto fallo, tira Paskvalin Tempesti c’è. Superiorità numerica per la Pro Recco, Kasas a segno 0-1. Controfuga del Primorje Daniel Varga al tiro mentre scalano con precisione i nostri, Tempesti e poi il recupero di Molina sull’espulsione di Madaras. Ancora Tempesti su un tiro angolatissimo da cinque di Denes Varga. Seconda espulsione di Daniel Varga e secondo gol del Recco, il mancino Bendek 0-2 ed è proprio lui a vincere il contrasto con Denes Varga, lancia la squadra il contropiede per un gran bel gol di Zlokovic, Figari nel pozzetto, ancora Tempesti. La colomba perfida di Felugo a 1.44 dal termine 0-4. Superiorità per la squadra allenata da mister Porzio: il capitano Benedek palla in mano vicino vicino a Car vede il gigante Buric, lo serve e lui appoggia in porta 0-5.

Secondo tempo. Palla al Primorje di nuovo un pò sotto il pelo dell’acqua. Ma è ancora la Pro Recco ad andare in gol: superiorità trasformata da Madaras. Uomo in più anche per il Primorje ma il mancino spagnolo Garcia insacca a uomini pari 1-6. Che movimento il piccolo grande Perrone, entra e riesce a spaccare tutti gli schemi difensivi degli avversari, torna la colomba sempre crudele, questa volta porta la firma di Filipovic. Rigore per il Primorje, trasforma Frankovic 2-7. Ed è rigore anche per la Pro Recco su un movimento perfetto di Zlokovic, ottavo gol, Ivovic. Doppietta di Daniel Varga: conclude la prima superiorità su sette e poi gol su azione 4-8.

Cambio campo. Palla al Primorje. Una superiorità per parte annullata poi la rete di Buric 4-9. Ancora Garcia, uomo in più 5-9. Frazione nuotata e lottata. Bravo Tempesti in più occasioni. Si chiude con una superiorità della Pro Recco, ribatte Car, uomini pari, finisce così.

Quarto tempo. Palla alla Pro Recco, Kasas. Garcia espulso, segna Molina, il suo capitano con la Nazionale spagnola 5-10. Terza espulsione quindi definitiva di Daniel Varga, undici i gol della Pro Recco come il numero di calotta di chi lo ha segnato Ivovic 5-11, poi espulso definitivamen te per tre falli. A 2.57 doppia espulsione Tiskivski e Frankovic, cartellino giallo per mister Roje e rete di Benedek 5-12. Mancano 55 secondi al termine e Frankovic segna in superiorità 6-12. C’è ancora tempo per un rigore a favore del Primorje trasforma Denes Varga 7-12. Finisce così con la Ferla Pro Recco già qualificata per la Final Four di Roma e aritmeticamente prima del girone.

A fine partita il commento di Pino Porzio: “Una partita degna di una gara importante di Eurolega. Noi siamo stati bravi a partire forte nel primo tempo, 5-0, una difesa fortissima e grande velocità nella fase offensiva. Nel secondo tempo loro hanno cercato di rientrare in partita con un 4-3 di parziale ma noi ci siamo difesi ed abbiamo allungato, continuando a giocare bene ancora con la difesa e nella fase statica: contro la loro zona abbiamo trovato il gol anche dalla distanza. Una vittoria importante. Noi andiamo per la nostra strada, vogliamo vincerle tutte: adesso abbiamo il Mladost, uno stimolo in più, contro la squadra più blasonata d’Europa quindi a prescindere dalla mentalità e dei risultati c’è un motivo in più di prestigio“.

Soddisfatto anche Boris Zlokovic: “Aspettavamo una partita dura ed i segni che ho addosso sono una conferma: non è una novità che a Fiume si gioca così ma siamo arrivati qui per vincere. Abbiamo iniziato bene soprattutto in difesa, i primi dieci minuti non abbiamo subito nemmeno un gol, questa è la nostra forza, poi in attacco siamo riusciti a segnare, conquistato i tre punti e centrando l’obiettivo: primi nel nostro girone. Abbiamo dimostrato un bel gioco, questa è la cosa più importante, nessuno ci può fermare. Una grande emozione sentire i nostri sostenitori, sette su 1.200, erano con noi, siamo contenti perchè ci seguono anche all’estero, speriamo che ci siano sabato contro il Bogliasco ed anche in finale a Roma”.