Quantcast
Cronaca

Multiporpose, Merlo soddisfatto: “Sentenza Tar conferma correttezza dell’Autorità portuale”

Genova. “La sentenza ha di positivo di confermare non solo l’operato dell’Autorità Portuale di Genova ma anche la correttezza della linea di andare in gara, verso l’assegnazione attraverso un bando che, al suo interno, conteneva anche alcune novità, come quella di un sistema premiante per chi garantiva infrastrutture”.

Così Luigi Merlo all’indomani della pronuncia del Tar che ha respinto il ricorso della cordata, Grendi-Spinelli, contro la gara che affida l’intero compendio a Messina-Gavio. L’Autorità portuale, a questo punto, potrà portare al più presto, la delibera per l’aggiudicazione definitiva in Comitato portuale e assegnare il Multipurpose, l’area da 306 mila metri quadrati nel cuore del porto di Genova, al centro di una lunga contesa.

“Mi auguro – ha aggiunto Merlo – che, con questa sentenza, si possa chiudere un capitolo durato molti anni e dare finalmente stabilità ad un compendio interessato da un opera appena partita, molto rilevante, come quella del riempimento Ronco – Canepa”. Quanto al gruppo Grendi il Presidente di Autorità Portuale auspica, inoltre, che si possa trovare una soluzione: “E’ sicuramente, un attore importante – conclude – e mi auguro che, attraverso i rapporti con gli altri operatori, nelle forme consentite dalla legge, possa trovare le condizioni per continuare ad operare a Genova”.