Liguria, la primavera scatena il boom di allergie: pronte le terapie farmacologiche - Genova 24

Liguria, la primavera scatena il boom di allergie: pronte le terapie farmacologiche

polline

Liguria. Lacrimazione, continui starnuti, prurito in gola. L’arrivo della primavera per molti allergici vuol dire combattere con questi sintomi almeno fino all’arrivo di un clima più secco.

I liguri sono più predisposti a causa della presenza delle parietarie, presenti sulla costa. E non solo: il clima e l’inquinamento atmosferico ambientale sono altri due motivi che provocano allergie anche a chi allergico non è mai stato.

Secondo il sito dell’Arpal la concentrazione pollinica media settimanale è ancora bassa o assente in molte zone della Liguria, anche se continua ad essere presente il polline degli alberi a fioritura invernale: pioppo, ontano nero, nocciolo, e del cipresso.
Prosegue la pollinazione del cipresso, sicuramente avvertiti dai pazienti allergici a questi alberi. Consigliabile quindi, per chi non lo ha ancora fatto, iniziare ad assumere la terapia farmacologica regolarmente, infatti nelle prossime settimane la concentrazione di polline sarà sicuramente in aumento.

Per chi trovasse quest’anno, per la prima volta, a fare i conti con starnuti e gola infiammata i consigli sono: consultare il medico, usare antistaminici anche sotto forma di spray nasali o colliri e se l’allergia dovesse diventare perenne allora è il caso di vaccinarsi con pastiglie o con gocce da tenere sotto la lingua, una possibilità in più per vivere meglio il passaggio dall’inverno alla primavera.

Più informazioni