Profughi, Lega Nord a Sampierdarena, Municipio: “A breve il parere tecnico sul nuovo sito” - Genova 24
Cronaca

Profughi, Lega Nord a Sampierdarena, Municipio: “A breve il parere tecnico sul nuovo sito”

Genova. Sampierdarena, uno dei quartieri deputati all’accoglienza dei profughi del Nord Africa, secondo il Piano comunale illustrato lunedì, è da due giorni nell’occhio del ciclone. Dopo le immediate proteste per la scelta del sito, l’ex scuola Casaregis in via Palazzo della Fortezza, ritenuto, anche dallo stesso Municipio, non idoneo, stanotte il lancio di due molotov all’interno dell’edificio scolastico ha acuito ulteriormente il clima di tensione nella delegazione.

“Anche se, pur in presenza di contestazioni – ha commentato il presidente di Muncipio Centro Ovest, Franco Marenco dopo un giro per il quartiere – non registriamo particolari stati di agitazione. Si è trattato di un gesto isolato che non fa parte della cultura di questo territorio”.

Intanto a pochi metri di distanza, la Lega Nord, dalla sede di via Cantore, ha iniziato la raccolta firme contro la scelta di accogliere i migranti a Palazzo della Fortezza e per chiedere l’istituzione di un Cie. “Innanzi tutto il Comune ha deciso di imporre un sito senza dare al territorio la possibilità di esprimersi – ha detto il capogruppo del Carroccio, Edoardo Rixi – e per di più ha scelto il luogo peggiore, in un quartiere già teatro di tensioni relative all’immigrazione sudamericana. La permanenza dei tunisini rischierebbe di innescare un’ulteriore miccia fra le varie etnie, già manifestata nei mesi scorsi”.

Accoglienza sì, recita lo slogan della Lega, servitù no. “Bisogna ospitare i profughi e chi è in regola, ma in luoghi idonei – ha aggiunto Alessio Piana, capogruppo in comune – per questo chiediamo alla Sindaco e all’assessore Pastorino di pensare a un sito al di fuori del centro urbano, le persone hanno bisogno di sicurezza e tranquillità e la scelta di mettere i profughi in tre siti dentro il tessuto urbano non le garantisce”.

“Invece di portare i migranti nell’ex scuola Casaregis – chiosa il capogruppo municipale, Davide Rossi – proponiamo di allestire il sito di Scaniglia Tubino vicino al cimitero della Castagna, e come seconda condizione, il numero di persone deve essere limitato, una trentina al massimo e con una tempistica di accoglienza ben precisa”.

“A dire il vero il sito Scaniglia Tubino – puntualizza Marenco – è la proposta fatta dal presidente a tutto il Muncipio, sottoscritta poi da maggioranza e opposizione ieri in serata. Stamattina è venuta la Sindaco a cui abbiamo consegnato la nostra proposta, tra l’altro in perfetta sintonia con la volontà espressa a più voci dalla giunta comunale e regionale, di non creare tendopoli. Attendiamo le valutazioni tecniche per avere la risposta definitiva. Quanto alla Lega – conclude il presidente di Municipio – mi fa piacere sapere che anche loro sono sul territorio, non li vedo mai”.

Tamara Turatti – Alberto Maria Vedova