Quantcast
Sport

La Targa d’Oro 2011 resta in Liguria: assegnata alla Chiavarese Caudera

Alassio. La Targa d’oro resta in Liguria. Dopo l’Abg Genova, vittoriosa nel 2010, tocca alla gloriosa Chiavarese Caudera, già quattro volte a segno, ma a digiuno dal 1993, iscrivere il proprio nome nel prestigioso albo d’oro della manifestazione di Alassio.

Dopo nove turni, suddivisi in due lunghe giornate di gara, davanti ad oltre 1.200 spettatori, Fabio Bellafronte, Aldo Macario Emanuele Ferrero ed Emanuele Bruzzone hanno superato 11-8, dopo oltre 120’, la compagine della Nitri Aosta (Guido Ducourtil, Paolo Contoz, Fabrizio Daghero e Christhop Rossello). Marco si era già aggiudicato la Targa d’oro nel 1995 con la maglia della Tubosider Asti, mentre i suoi più giovani compagni sono alla prima volta della carriera.
Al terzo posto, a pari merito, l’Auxilium Saluzzo (Alberto Rinaudo, Marco Adorno, Gualtiero Ricca e Alberto Graziano) e la Nosenzo Asti (Luca Negro, Luciano Negro, Miro Negro, Luca Lebbiati). E se l’Auxilium Saluzzo è stata “asfaltata” (13-1 in 84 minuti) in semifinale dai valdostani della Nitri, la Nosenzo Asti, una delle squadre più giovani della kermesse, in vantaggio 10-6, è stata bruciata sulla linea d’arrivo, dopo il tiro supplementare, dalla Chiavarese, impostasi 11-10 dopo 144’ di gioco. Al 5° posto, ex-aequo, San Bernardo Canavese, due formazioni della Chierese, Cagnes sur mer (Francia), Beccaria Scarnafigi, Savonese (Damonte, Ferraro, Nari, Malerba), Marenese e Brb Ivrea.

A coordinare dal punto di vista tecnico la competizione, cui hanno preso parte 380 quadrette (per un totale di oltre 1.500 giocatori), sono stati il responsabile della Commissione Tecnica Internazionale Marino Demonte, il direttore di gara Stefano Trinchero di Crescentino (Vc) ed il primo arbitro nazionale Franco Plemone di Salassa (To). Insieme a loro una quindicina di “fischietti” delle province di Savona e Imperia, sotto la supervisione di Enzo Petenzi, responsabile arbitrale del comitato di Albenga. Ben sette le nazionalità degli atleti partecipanti: Stati Uniti, Russia, Slovenia, Lussemburgo, Francia, Principato di Monaco e Italia. I riconoscimenti sono stati consegnati da parte di numerose autorità: l’assessore regionale allo sport Gabriele Cascino, l’assessore al Turismo del Comune di Alassio Monica Zioni, il vicepresidente della Federazione Internazionale Bocce Piergiorgio Bondaz, il presidente regionale della Federbocce Mauro Traverso, il presidente del Coni provinciale di Savona Lelio Speranza, la presidente del Panathlon Club La Gallinara, Franca Giannotta ed i rappresentanti della Ferrero (sponsor con il marchio Nutella), Carlo Bresciano, e dell’Agenzia Immobiliare Muratore, Rinaldo Muratore. Il presidente della Bocciofila Alassina, Adriano Garrone e Danio Maghella, a nome di tutto il comitato organizzatore, hanno consegnato inoltre un oggetto ricordo e prodotti tipici all’atleta statunitense, Benji Tosi e al capitano della formazione russa, Stanislav Ivanov.

Presenti all’atto conclusivo della manifestazione anche i vertici della Confederazione Europea della Petanque, il cui consiglio si è riunito nel weekend ad Alassio. Ammirazione per la gara e per i protagonisti è stata espressa dal presidente, Flemming Jensin (Danimarca), dal vice Mike Pegg (Inghilterra), dal segretario Leok Van Tigeler (Olanda) e dai consiglieri Ljubo Zivkovic (Slovenia) e Fabio Ballauco, consigliere federale Fib. In rappresentanza del mondo della petanque, anche l’alassino Gianluca Rattenni, campione del mondo juniores in carica, il quale ha lanciato il primo pallino della finale. Il sorteggio tra il pubblico della finale, con in palio un weekend per due persone in riviera ligure, ha premiato il biglietto n° 7254. Partner dell’evento: Nutella, Errea, Mondo, Conad e Cooperativa Olivicola Arnasco.

L’organizzazione è stata curata dall’Associazione Bocciofila Alassina, in collaborazione con la Federazione Italiana Bocce, con il patrocinio ed il sostegno di Comune di Alassio, Assessorato allo Sport della Regione Liguria (ente promotore), Provincia di Savona e Coni. La Targa d’oro 2011 va in archivio tra la soddisfazione generale e gli applausi del pubblico, ma l’appuntamento con lo sport delle bocce ai massimi livelli, ad Alassio, è solo rinviato. Dal 3 al 5 giugno il palasport Ravizza ospiterà infatti le final four della Coppa Europa maschile e femminile, nonchè la finale della Coppa Fib.

Più informazioni