Genova: torna il Giro dell'Appennino Tre Colli, Gran Premio città di Genova - Genova 24
Sport

Genova: torna il Giro dell’Appennino Tre Colli, Gran Premio città di Genova

giro dell'appennino

Genova. Domenica 10 aprile si terrà il 72° Giro dell’Appennino Tre Colli Cup, 59° Gran Premio Città di Genova, 18° Trofeo Regione Liguria, organizzato dall’Unione Sportiva Pontedecimo sezione ciclismo. La partenza avverrà davanti al Serravalle Outlet Designer, in provincia di Alessandria, quindi verranno percorse le strade tanto care ai grandi Coppi e Girardengo, per poi arrivare, dopo 190 km, il centro di Genova, via XX Settembre.

Diciotto le squadre al via. Cinque le italiane, straniere tutte le altre a conferma dell’attrazione internazionale che questa corsa continua a mantenere. Due sono Pro Teams: Lampre e e United Healtcare. Sette sono Professional: Androni Giocattoli, Colnago CSF Inox, De Rosa – Flaminia, Acqua e Sapone, Farnese Vini – Neri, Colombia Cafè Es Pasion, Type 1 – Sanofi Aventis. Nove sono Continental: Adria Mobil, D’Angelo & Antenucci – Nippo, Voralberg – Corratec, Amore & Vita, Miche – Guerciotti, Price Your Bike, Ora Hotel – Carrera, WSA – Viper Bike, Meridiana – Kalev.

Tra i principali protagonisti, che saranno confermati il giorno prima della corsa, sono dati per partenti Cunego, Wegelius, Sella, Rujano, Noè, Visconti, Bertolini, Pozzovivo, Mazzanti. Come in ogni edizione ci sarà la “corsa nella corsa” con l’ascesa al Passo della Bocchetta. Il record della scalata è ancora nelle “gambe” di Gilberto Simoni che nel 2003 ha percorso la salita delle Streghe in 21 minuti e 54 secondi. Sui tornanti della Bocchetta si daranno appuntamento come ogni anno migliaia di appassionati. Ma quest’anno la festa coinvolgerà tutta la città di Genova.

Il Comune di Genova ha infatti deciso di cogliere l’occasione dell’arrivo del Giro dell’Appennino per chiudere alcune strade del centro e aprirle a tutti gli appassionati della bicicletta. Al mattino la Pedalata Tricolore tra le vie della città. E al pomeriggio, in attesa dell’arrivo dei professionisti, anche per i più piccoli la possibilità di “sprintare” sotto lo striscione del traguardo.