Quantcast
Cronaca

Genova, stato di agitazione dell’Ufficio Dogane

Genova. Oggi la funzione pubblica Cgil ha proclamato lo stato di agitazione del personale dell’Ufficio delle Dogane di Genova e della Direzione Regionale dell’Agenzia delle Dogane per la Liguria. Questa situazione si è venuta a creare a seguito di quanto previsto dall’art. 65 c.2 del D.lvo 27/10/2009 n. 150. Questo comporta che dal 1° gennaio di quest’anno vengono meno ad esempio i seguenti istituti contrattuali che in alcuni casi sono necessari al funzionamento dei servizi da erogare all’utenza: modalità di pagamento e di applicazione dei turni; modalità di erogazione di prestazioni in straordinario, che in dogana viene denominato Retribuzione di Servizio Prolungato, necessario per l’apertura degli Uffici oltre l’orario ordinario della mattina; indennità collegata alle situazioni di disagio in cui sono allocati gli Uffici doganali; indennità correlate alle attività di responsabilità.

“Come Cgil/Fp abbiamo sempre criticato fortemente gli interventi di questo Governo sul Pubblico Impiego che mira a tagliare la spesa senza preoccuparsi della qualità del servizio da erogare al cittadino – spiegano – La disdetta del Contratto Integrativo dell’Agenzia delle Dogane è la prova evidente di quanto asseriamo da tempo, considerato che la mancanza di alcuni istituti contrattuali metterà a rischio il servizio reso dalla Dogana all’utenza portuale”.

Più informazioni