Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Genova, Rosso e Melgrati (Pdl) su progetto Baobab: “Troppi soldi pubblici spesi, vogliamo capire di che cosa si tratta” foto

Regione. La Regione proroga il progetto Baobab del Comune di Genova e il capogruppo del Pdl Matteo Rosso insieme al consigliere regionale del Pdl Marco Melgrati presentano una interrogazione urgente. Un progetto destinato alla ristrutturazione dell’edificio di Via del Molo 13 e volto alla realizzazione di una struttura polivalente di accoglienza denominata “Casa della Solidarietà”.

“La delibera con la quale è stato approvato il progetto Baobab parla di interventi volti a favorire lo scambio di esperienze sociali e culturali tra i popoli, azioni diretta alla creazioni di occasioni di incontro tra cittadini di diverse nazionalità – spiegano Matteo Rosso e Marco Melgrati che continuano – vorremmo capire quali sono queste occasioni di incontro e quanto è prioritario per i liguri spendere soldi per queste finalità”.

Secondo quanto citato nella recente delibera di proroga del progetto , la numero 395 del 15 aprile del 2011 il Comune di Genova beneficia di un finanziamento complessivo, per portare a termine il progetto, di quasi 2 milioni di euro di cui euro 464.350,00 provengono dalla Regione mentre gli altri 1 milione 522.447,53 dal Cipe.

“Questo intervento, che dalla Regione è stato finanziato con la delibera 878 del 27 luglio 2007 doveva essere consegnato il 13 luglio 2009 ma il Comune ha chiesto la concessione di una proroga fino al 12 marzo 2012”, precisano i consiglieri regionali del Pdl.

Rosso e Melgrati, che sottolineano l’elevato stanziamento di risorse pubbliche destinate al progetto, vogliono capire bene di che cosa si tratta e le motivazioni vere di tale ritardo “ la nostra preoccupazione è che questa opera non rimanga un incompiuta dell’amministrazione Vincenzi –dicono i consiglieri del centro destra –e non sia la solita iniziativa inutile ma che sia realmente utilizzata per gli scopi citati nel provvedimento della Giunta e cioè l’ospitalità alle persone senza fissa dimora, che però ci teniamo a rimarcare c’entra poco con lo scopo vero del bando di concessione del contributo”.

I due esponenti del Pdl con il loro documento vogliono anche sapere chi sta eseguendo i lavori e come mai sono così in ritardo “ vista la rilevanza sociale che tale struttura dovrebbe andare a rivestire e l’importante impegno economico, vorremmo fare un po’ di chiarezza” concludono Matteo Rosso e Marco Melgrati.