Quantcast
Altre news

Genova, raccolta firme Forza Nuova: “Non si possono ospitare clandestini in pieno centro”

Genova. Inizierà venerdì la raccolta di firme promossa da Forza Nuova contro la decisione del sindaco di Genova e di tutta la giunta di dedicare tre aree in centro città da adibire a centri di accoglienza per le centinaia di clandestini di origine nord africana.

A comunicarlo in una nota è il coordinamento provinciale del movimento. “Chiediamo al sindaco di Genova e alla sua giunta di centro sinistra di non ospitare gli immigrati clandestini in pieno centro città, in delegazioni che peraltro hanno già numerose problematiche, anche legate al problema della sicurezza – spiegano – Forza Nuova non si capacità del fatto che per i cittadini genovesi, per le borse di studio per i giovani, per aiutare le medio e piccole aziende, per migliorare il servizio pubblico e la vita dei nostri anziani le risorse non ci siano mai, mentre per gli immigrati clandestini che non avrebbero diritto, in base alla legge Bossi Fini e ai trattati internazionali, agli immigrati clandestini che sono noti per distruggere tutte le strutture che il Governo e le amministrazioni comunali di centro destra e centro sinistra in giro per l’Italia hanno già messo loro a disposizione, agli immigrati clandestini che di giorno sono libere di circolare per la città alla ricerca di alcool, vengano messe a disposizione centinaia di euro e strutture fino a pochi giorni fa dimenticate dall’incuria dell’ amministrazione comunale”.

“Forza Nuova, lontanissimo da un centro destra e dalla lega nord ( il ministro dell’interno è un leghista doc…) che per anni hanno parlato di voler bloccare l’immigrazione con i risultati che oggi vediamo ( con che coraggio Plinio ha il coraggio di farsi vedere in piazza…) e da un centro sinistra antinazionale, chiama a raccolta tutti i cittadini per una battaglia che non vuole essere ne destra ne di sinistra ma di giustizia sociale, invitandoli a firmare ai banchetti del Movimento, il primo dei quali sarà Venerdì 15 aprile alle 16.45 proprio in Piazza Ippolito Nievo, nella delegazione di Quarto, a pochi metri dall’ex scuola Marco Polo dove, secondo i piani folli del sindaco di Genova, dovrà sorgere un centro di accoglienza”, dicono.

Ad ogni firmatario verranno regalati palloncini tricolore e alla fine della manifestazione militanti e cittadini li lasceranno volare in cielo, “Per ricordare agli amministratori e ai politici in servizio permanente effettivo senza vergogna alla Plinio, che Genova vuole continuare ad essere una città italiana, e non il gabinetto dei clandestini del Nord Africa”, concludono.