Genova, Provincia: 6,5 milioni per interventi su torrenti e versanti - Genova 24
Cronaca

Genova, Provincia: 6,5 milioni per interventi su torrenti e versanti

palazzo doria spinola (palazzo provincia)

Genova. Sistemazioni idrauliche per i torrenti e consolidamento di versanti per quasi 6,5 milioni di euro (6.428.152) gestiti dalla Provincia di Genova che reinveste le economie sui fondi erogati dalla Regione per la messa in sicurezza del Leira.

“Completate le opere sul Leira – dice l’assessore Paolo Perfigli – destinare le quote rimaste ad altri interventi sul territorio è stato molto complesso perché, oltre alla riassegnazione regionale dei fondi, è stato necessario richiedere gli assensi del Ministero dell’Economia e della Cassa Depositi e Prestiti che eroga il mutuo a carico dello Stato per i lavori. E la nuova legge regionale che ha soppresso le Comunità Montane, alle quali era già stata affidata la gestione degli interventi, e ne riorganizza le funzioni, ha imposto un cambio in corsa anche dei soggetti attuatori”.

La legge varata l’8 aprile scorso dal Consiglio Regionale attribuisce infatti alla Provincia le competenze sulla difesa del suolo e, per i territori dei Comuni appartenenti alle Comunità Montane soppresse, anche le manutenzione idrauliche. Un protocollo d’intesa già concordato tra Provincia e Comuni individuerà così i nuovi soggetti attuatori – la stessa Provincia che li finanzia o i singoli Comuni sul proprio territorio – per gli interventi che riguardano: il completamento delle sistemazioni idrauliche (1,3 milioni) sul torrente Ponzema per la riduzione dei rischi alluvionali nel centro di Campo Ligure, sul torrente Gorsexio (600.000 euro) compresa l’eliminazione dei guadi nelle località Gallinea Alta e Bassa, la riduzione del rischio nel tratto terminale del torrente Migliarese (1,260 milioni) a Busalla, il quarto lotto dei consolidamenti per la frazione Alpepiana (300.000) a Rezzoaglio e l’integrazione dei fondi per il primo lotto delle opere di riduzione del rischio dell’Entella (1,1 milioni riconfermati come parte dei 9,1 milioni a disposizione della Provincia per questi complessi e dibattuti interventi).

Per le opere che riguardano i bacini dei torrenti Leira e Sturla, il soggetto attuatore è già stato individuato nel Comune di Genova, al quale la Provincia erogherà i fondi corrispondenti: riguardano per 968.000 euro l’adeguamento degli argini nell’ultimo tratto del Leira verso la foce e la sistemazione idraulica del torrente alla confluenza tra il Gorsexio e l’Acquasanta e per altri 900.000 euro la sistemazione del tratto finale del rio Penego, fra il civico 4 di via Frangioni e la confluenza nello Sturla. “Sciolti tutti i nodi – dice Paolo Perfigli – e visto lo stato di progettazione, già molto avanzato, sono fiducioso sui tempi di apertura dei cantieri che dovrebbero avviarsi prima della fine dell’anno”.

I fondi, a ogni stato di avanzamento dei lavori, saranno erogati dalla Cassa Depositi e Prestiti alla Provincia che trasferirà le quote corrispondenti ai diversi enti attuatori.