Quantcast

“Genova non dimentica”: tutte le iniziative per celebrare il 25 Aprile

Genova. “Genova non dimentica” è il titolo delle iniziative per le celebrazioni del 66°anniversario della Liberazione e dei 150° dell’Unità d’Italia.

Come ogni anno Genova celebra l’anniversario della Liberazione dall’occupazione nazifascista e ricorda tutti “quei giovani che preferirono morire inseguendo i propri sogni di libertà piuttosto che piegarsi all’incubo del regime”.  Ma il 25 aprile non è solo ricordo: nell’occasione viene anche celebrata la democrazia e la Carta Costituzionale, con particolare attenzione alle questioni dei diritti e del lavoro.

Nel capoluogo ligure la cerimonia istituzionale inizierà alle ore 8 con la deposizione di corone davanti al monumento Formazioni Partigiane in viale Brigate Partigiane. Venti minuti dopo corteo e deposizione di corone al campo israelitico, monumento dedicati agli internati e deportati nei lager nazisti, campo Trento e Trieste, e cimitero di Staglieno.
Alle ore 9: deposizione di corone al campo caduti partigiani, cimitero di Staglieno e Santa Messa in suffragio, alle ore 10.15 formazione corteo in viale Caviglia (giardini Brignole), mentre la Filarmonica Sestrese interverrà con l’esecuzione brani musicali. Alle 10.30 partenza del corteo verso il centro cittadino, al ponte Monumentale verrà deposta la corona al sacrario caduti partigiani, con lettura motivazione della medaglia d’oro al Valor Militare e dell’Atto di Resa. Alle ore 11 deposizione corona in largo Pertini, mentre alle ore 11.20 in piazza Matteotti saluti delle autorità con Marta Vincenzi, sindaco di Genova, Alessandro Repetto, presidente della Provincia di Genova, Claudio Burlando, presidente della Regione Liguria. Successivamente il saluto di Raimondo Ricci, presidente ILSREC e l’orazione commemorativa di Nando Dalla Chiesa, coordinatore Progetto Genova Città dei Diritti.

Nel pomeriggio, a villa Migone, in via San Fruttoso, alle ore 17.30 il presidente dell’Assemblea legislativa, Rosario Monteleone, accoglierà Raimondo Ricci, presidente dell’istituto storico della Resistenza e dell’età contemporanea nella sala in cui la sera del 25 aprile 1945 fu firmato l’atto di resa dell’esercito tedesco al comitato di Liberazione nazionale.
La cerimonia si aprirà con il saluto del presidente dell’assemblea legislativa Rosario Monteleone, seguirà l’intervento di Raimondo Ricci, ex partigiano deportato nel campo di sterminio di Mauthausen, che pochi giorni fa ha compiuto novant’anni. Al termine della cerimonia il presidente Monteleone consegnerà a Giacomo Ronzitti, già presidente del Consiglio regionale nell’ottava legislatura, la croce di grande ufficiale al merito della repubblica, la prestigiosa onorificenza che gli è stata conferita dal capo dello stato Giorgio Napolitano.

Il Municipio IV Media Val Bisagno, dopo il concerto con deposizione di corone di venerdì scorso, prosegue le celebrazioni del 25 aprile con l’inaugurazione, in piazza Suppini a Prato, alle ore 11, del Murales che riproduce un disegno di Renato Guttuso dedicato alla Resistenza, liberamente reinterpretato dagli studenti del Liceo Artistico “Klee-Barabino”.
Dopo la Benedizione del monumento e l’intervento del Segretario della Camera del Lavoro di Genova dott. Ivano Bosco, alle ore 11.30 si esibirà il gruppo musicale de I Liguriani che presenterà lo spettacolo ‘Fischia il Vento – suoni e parole dei Partigiani liguri’.

“Fischia il Vento” è un affascinate viaggio sull’onda dei ricordi. Un omaggio alla figura di quei ragazzi che hanno vissuto troppo poco, sacrificando il bene più prezioso nel nome della libertà.

Per quanto riguarda la provincia: a Sant’Olcese la Cgil, Anpi sezione di Ansaldo Energia e l’Arci partecipano alla festa della Liberazione a Villa Serra di Comago. L’evento, organizzato grazie al contributo del Consorzio Villa Serra e dell’Associazione Amici Villa Serra, si svolgerà presso il grande Parco della Villa nel Comune di Sant’Olcese che per l’occasione sarà ad ingresso libero.
Il programma della giornata prevede dalle ore 12 stand gastronomici con cibi e bevande sino a sera; alle ore 15 lo spettacolo “Osteria oltre il ponte” (del Gruppo Dopo Lavoro Ferroviario a cura del Consorzio Villa Serra), alle 16.30 inizierà l’animazione per bambini e dalle 17 sarà possibile visitare le mostre e guardare i video sulla Resistenza; alle 20.30 è previsto lo spettacolo teatrale del gruppo “25 Marchio di Fabbrica” a cura della Sezione ANPI Ansaldo Energia infine alle ore 21.30 l’atteso concerto di Giuliano Palma & The Bluebeaters.
A Campomorone verranno ricordati i martiri di Isoverde e Gallaneto.
Ore 9 : Ritrovo presso la Casa del Popolo ritrovo presso Palazzo Balbi e di Isoverde deposizione corone presso i cippi dei Caduti.

Ore 9.30: Inizio corteo Piazza Marconi con un intervento del sindaco, alle ore 10 Santa Messa a suffragio dei Caduti nella chiesa parrocchiale, seguirà deposizione corone presso il cimitero.
A Rapallo, alle ore 8.15 rappresentanze del Comune, dell’ANPI e delle Associazioni Patriottiche combattentistiche e d’Arma depositeranno in forma privata corone d’alloro sul cippo in località S. Anna, al cimitero cittadino, sulla lapide a Mino Steiner, sul cippo dei Caduti e dei Bersaglieri a S. Michele di Pagana, sulla lapide a ricordo dei Caduti Civili in Piazza Canessa, sul monumento ai Carristi, agli Autieri e ai Marinai D’Italia, sulla Lapide a ricordo del partigiano Giovanni Moglia, nel piazzale Foibe, nel piazzale Nassiriya e sul ponte Liliana Ampola. Alle ore 9.45 raduno dei partecipanti in piazza delle Nazioni e quindi trasferimento alla Basilica Arcipresbiterale dei SS. Gervasio e Protasio.
Ore 10.00 Celebrazione della Santa Messa a ricordo e suffragio dei caduti nella lotta di liberazione ed in tutte le guerre, con la partecipazione ufficiale della Civica Amministrazione, delle rappresentanze delle Associazioni Patriottiche e combattentistiche e degli Istituti Scolastici.
Mentre alle ore 10.30 si formerà il corteo che, muovendo da piazza Cavour, attraverso corso Matteotti, via Giustiniani, piazza IV Novembre (sosta al monumento ai Caduti), via Gramsci e corso Colombo, andrà a deporre corone d’alloro sul Cippo dei Partigiani, successivamente discorso celebrativo dell’onorevole dott Mario Chella.

A Sestri Levante il comune, con la collaborazione di A.N.P.I. di Sestri Levante e l’I.I.S. De Ambrosis-Natta, organizza per la serata di domenica 24 una fiaccolata per le vie cittadine. Alle 20.45 raduno in piazza Matteotti, lettura di articoli della Costituzione a cura degli studenti dell’istituto comprensivo. Interventi del presidnete Anpi e del sindaco Lavarello, orazione di Anna Maria Dagnino, assessore provinciale alla Cultura, musiche eseguite dalla Società Filarmonica di Sestri Levante. Conclusione in piazza Pertini.