Quantcast
Cronaca

Genova, incendiò pocker club provocando due morti: pena ridotta a 10 anni in appello

Genova. E’ stata riconosciuta la semi infermità mentale a Giorgio Moriconi, l’uomo che nel novembre 2008 aveva appiccato il fuoco al circolo privato “All In”, con una busta colma di benzina, provocando la morte di due persone, Silvana Rossi, un’infermiera di 66 anni e il gestore del club, Michele Manto, 58 anni.

Il pg aveva chiesto per Moriconi, accusato in primo grado a 16 anni di reclusione con rito abbreviato, l’ergastolo che, in abbreviato, sarebbe diventata una pena di 30 anni, sostenendo il reato di strage. Oggi i giudici della corte d’assise d’appello di Genova hanno derubricato il reato di strage, considerando la seminfermità come prevalente sull’aggravante dei futili motivi, condannandolo a 10 anni di reclusione.

Più informazioni