Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Genova, dalla Sala Chiamata a via delle Fontane: arrivati i primi 15 migranti

Genova. Sono una quindicina gli immigrati tunisini ospiti della palestra in via delle Fontane, soluzione d’emergenza approntata dopo la chiusura, avvenuta in mattinata, del campo “improvvisato” alla Sala Chiamata. I posti a disposizione sono in tutto una sessantina “ma non sappiamo quando e se arriveranno gli altri” spiega Guido Saltini, comandante IV Centro di Mobilitazione della Croce Rossa.

Dei 260 migranti che giorno dopo giorno avevano riempito gli spazi portuali, messi a disposizione dalla Culmv venerdì scorso, per far fronte all’improvvisa ondata di migranti nel capoluogo ligure, non prevista dal piano di accoglienza regionale, alcuni “si sono dileguati, altri, una volta ottenuto il permesso di soggiorno temporaneo, sono partiti per nuove destinazioni e altri ancora hanno scelto di recarsi presso ulteriori centri di accoglienza”.

La palestra di via delle Fontane, utilizzata dal Comune per accogliere i senza tetto durante le giornate d’inverno, è adibita a nuovo centro di accoglienza temporaneo: una ventina di operatori, della Croce Rossa, della Protezione Civile, e delle altre associazioni di volontariato hanno messo a punto la logistica. “I bagni, docce comprese, sono già interni alla struttura, mentre per i pasti facciamo riferimento a una ditta di catering privato. Tutto è andato per il meglio, abbiamo già somministrato il primo pranzo – conclude Saltini – i tunisini ospiti sono tranquilli e sereni in attesa il permesso di soggiorno dalla questura”.

Come detto ieri dall’assessore regionale Lorena Rambaudi: “Si tratta di una soluzione solo per alcuni giorni, buona ma non sufficiente e dovrà essere integrata da un ulteriore sito demaniale da individuare con la collaborazione della Prefettura. I permessi di soggiorno dovrebbero essere tutti consegnati entro il 2 maggio”.

Un centro mobile allestito dalla Questura vicino alla palestra garantirà vigilanza e sicurezza nei pressi del nuovo sito.