Quantcast
Cronaca

Genova, “Buona notte al nucleare”: flash mob contro la costruzione di centrali

Genova. “Buona notte al nucleare” si chiama così il prossimo flash mob organizzato a Genova, contro il nucleare. Organizzato dal comitato ligure “Vota sì per fermare il nucleare” prenderà il via domani alle 10.30.

“Mentre il mondo assiste alla catastrofe nucleare in Giappone, – si legge in un comunicato – il governo italiano minimizza in modo irresponsabile. Nessuno può garantire la sicurezza di una centrale nucleare. Soprattutto in un paese a forte rischio sismico come l’Italia.

Il nucleare è costoso e pericoloso, mette a rischio la sicurezza e la salute di milioni di persone. La tragedia giapponese pone l’umanità davanti ad un bivio: convivere con i terribili rischi delle centrali nucleari o scrivere la parola FINE all’incubo atomico. Nel referendum del 1987, l’80% degli italiani ha detto NO al nucleare; ma il governo Berlusconi, aggirando la volontà popolare, ha reintrodotto l’opzione energetica nucleare con la legge 99 del 23/07/2009”.

“Il presidente dell’Agenzia per la Sicurezza Nucleare, Umberto Veronesi, – prosegue il comunicato – pochi mesi fa ha rilasciato una dichiarazione legata al non pericolosità delle scorie, asserendo che addirittura le scorie nucleari sono talmente poche e così sicure che si possono tranquillamente portare in camera da letto”.

Proprio da queste dichiarazioni prende spunto il flash mob: i partecipanti confluiranno in piazza De Ferrari, lato Carlo Felice, per muoversi verso via Garibaldi, arrivando davanti a Palazzo Tursi, dove, mimando la dichiarazione di Veronesi, allestiranno dei letti dove poter riposare abbracciati ad un orsacchiotto e ad un bel barattolo di scorie nucleari.