Quantcast
Cronaca

Genova, Assedil su tavolo contro infiltrazioni mafiose: “Senza di noi è provocazione”

Genova. Prosegue la polemica nata sull’avvio del tavolo di confronto per prevenire le infiltrazioni mafiose negli appalti dell’edilizia pubblica.

“E’ una provocazione inaccettabile ogni tentativo di costruire un tavolo di confronto su questi temi vitali senza la partecipazione attiva e protagonista dei costruttori” afferma Assedil, che assieme a Confartigianato, CNA e Federazione dei Lavoratori delle Costruzioni (Fillea CGIL, Feneal UIL e Filca CISL) ritiene “che il metodo per realizzare intese proficue e funzionali sia quello del coinvolgimento di tutte le rappresentanze datoriali e sindacali. E’ importante trovare congiuntamente le linee guida per l’elaborazione di un protocollo di intesa, da proporre alla discussione ed alla sottoscrizione di tutte le stazioni appaltanti della provincia, mirato a garantire quelle condizioni di corretta concorrenza, trasparenza e qualità negli appalti pubblici che oggi purtroppo non si riescono a garantire. Proprio in quest’ottica è stata sottoscritta una comune richiesta di incontro alla Sindaco di Genova ed al Presidente della Provincia per addivenire ad intese che consentano di sostenere, in un momento di crisi particolarmente grave, l’occupazione e l’economia locale”.