Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Football americano: la difesa dei Predatori cede ad un paio di minuti dalla fine

Chiavari. Contro i Giaguari non sono arrivati i due punti, ma è sembrato costante il miglioramento della squadra. La difesa ha impedito ai piemontesi di sviluppare i propri giochi, riusciti solo in un paio di occasioni, ma il reparto offensivo è ancora da “limare”.

La partita scorre sullo zero a zero fino a poco più di due minuti dalla fine, quando Di Stefano trova un varco tra la difesa ligure e porta i Giaguari a 5 yards dalla goal line. Pettenuzzo segna su corsa e Burastero trasforma da uno per il 7 a 0 finale.

Fino a quel momento gli attacchi hanno fatto registrare solo una serie infinita di punt, di calci di allontanamento, non riuscendo mai (a parte forse una decina di volte in tutto e sommando le prestazioni delle due squadre) a chiudere un down. Tanti i placcaggi dietro la linea di scrimmage da entrambe i lati, molti i fumble da parte giaguara (uno, però, recuperato dal predatore Andrea Parri) e gli intercetti (due di Simone Paschetto per i piemontesi e uno di Enrico Reglioni per i liguri, quest’ultimo ritornato per una decina di yards fino ad un passo dalla goal line).

Nel terzo quarto i Giaguari avrebbero la possibilità di portarsi in vantaggio, ma un holding vanifica la corsa del runner piemontese, poi più niente fino a poco più di due minuti dalla fine, quando Di Stefano trova un pertugio nella difesa ligure e dopo una corsa di una dozzina di yards portando i piemontesi a poco più di cinque yards dalla goal line. Nell’azione successiva Pettenuzzo intoccato entra in end zone, e Burastero centra i pali per il 7 a 0 conclusivo. Buona la conduzione di gara della crew arbitrale, ben gestita dall’arbitro Vincenzo Calandrelli.

La classifica vede i Predatori sempre ultimi a zero punti ma, come detto ad inizio anno, questa stagione sarà dedicata a far crescere il  “parco giovani” sia in funzione del prossimo campionato di categoria, sia per il fisiologico ricambio di atleti in prima squadra. Rispetto alla batosta subita nella prime due giornate il miglioramento è evidente. Una vittoria, poi, sarebbe la ciliegina sulla torta.

I risultati del girone:
Predatori Golfo del Tigullio – Giaguari Torino 0 – 7
Puma Bresso – Daemons Martesana 0 – 35
Frogs Legnano  – Red Jackets Lunigiana 39 – 38

La situazione in classifica: Daemons, 4 giocate e 4 vinte (100% di vittorie); Giaguari Torino, 5 giocate, 3 vinte e 2 perse (60%); Red Jackets Lunigiana 4 giocate, 2 vinte e 2 perse (50%); Puma Bresso, 4 giocate, 1 vinta e 3 perse (25%); Frogs Legnano, 5 giocate, 1 vinta e 4 perse (20%); Predatori Golfo del Tigullio, 4 giocate e 4 perse (0%).

Nel prossimo turno, in programma sabato 30 aprile, i Predatori ospiteranno i Mustangs Trieste nel penultimo interdivisionale di questo campionato, mentre i Red Jackets Lunigiana ospiteranno i Guelfi Firenze.

Nella foto: Glauco Fantoni (77) ed Enrico Reglioni (1), autentici pilastri della difesa arancione.