Quantcast
Cronaca

Fenicottero rosa ucciso a sassate: è scontro su Facebook

Genova. La triste fine del fenicottero rosa alla foce del Leira, passato in poco tempo da mascotte ufficiale di Voltri, a bersaglio per il lancio di pietre, da parte, come sembra, di un ragazzino tredicenne, continua a creare polemiche, in rete e a distanza.

Appresa la notizia, l’opinione pubblica si è subito schierata indignata a favore dell’animale, chiedendo a gran voce, non solo di verdi e animalisti, giustizia per un gesto ritenuto grave e insensato. Ma in rete la vicenda ha assunto ben altri contorni: su Facebook sono nati più o meno contemporaneamente due gruppi opposti. Il primo “Giustizia a favore del fenicottero rosa di Voltri” ha raccolto 44 membri, l’altro “Sosteniamo G. il lapidatore di fenicotteri” ha avuto l’adesione di 19 persone che hanno cliccato “mi piace”. Opposti, naturalmente, anche i contenuti.

“Sabato pomeriggio lo abbiamo visto e per noi è stata una grande emozione – scrive Francesca nel gruppo “Giustizia a favore del fenicottero di Voltri” – Gli abbiamo fatto molte foto. Non mi sembrava vero di avere davanti agli occhi un animale così bello e maestoso; io, che lo avevo visto sempre in fotografia e che lo immaginavo a razzolare in Camargue, lo stavo ammirando e fotografando… Non so come spiegare questa forte emozione, questo sentimento… Mi sembrava un sogno, davvero, un sogno che però si è infranto subito a causa di quel piccolo mentecatto (e non aggiungo altro, che è meglio) e del suo gesto sconsiderato. Spero solo che il rimorso per quello che ha fatto lo accompagni per tutta la vita”. stesso tenore per Guido-Maria: “Mi dispiace tantissimo leggere che la totale mancanza di bontà, educazione ed insegnamento dei principi base della civiltà da parte delle famiglie, abbia permesso questo scempio. Rimane solo una grande tristezza e la speranza che il suo assassino senta il canto di questo splendido animale per tutta la vita. Questo è il castigo per chi versa sangue innocente”.

Nella pagina in sostegno del “lapidatore”, invece, dopo il primo post di Mya HallucinogenMorphine che scrive: “Esistono davvero i fenicotteri? Non si erano estinti? Ma, anche se fosse, non sono mica cani o gatti. A chi importa dei fenicotteri?”, seguono un coro di risposte indignate: “Ma ancora Facebook fa aprire pagine di questo tipo? io nn ho parole ma non vi vergognate” scrive ManuForever.

Più informazioni